Live Sicilia

SERIE A, 34^ GIORNATA

Palermo, pari sofferto con l'Atalanta
Vazquez e Struna non bastano


Articolo letto 64.114 volte

In un 'Barbera' spettrale botta e risposta dal dischetto Vazquez-Borriello poi Paletta e lo sloveno nella ripresa. Rosa sempre penultimi che accorciano sul Frosinone.


PALERMO - Un pari nel silenzio più assoluto. Una speranza ancora flebile in un campionato che dopo i fattacci dell’ultima in casa contro la Lazio, e la conseguente decisione di chiudere le porte ai tifosi del Palermo per la gara odierna contro l’Atalanta, nel mare di una crisi tecnica in cui è precipitato il club di viale del Fante che nemmeno contro gli orobici di Reja riescono a destarsi dal sonno profondo che li vede senza una vittoria da ben 12 giornate. Il 2-2 del ‘Barbera’ deserto porta in dote l’ennesima rivoluzione di formazione, con Gilardino tenuto in panchina con al suo posto Djurdjevic affiancato da Trajkovski, e un gioco che continua a latitare. Un’occasione persa di sicuro, alla luce della sconfitta del Frosinone in quel di Verona contro il Chievo, che lascia ancora una volta l’amaro in bocca per una potenziale classifica in fondo alla classifica che poteva rivoluzionarsi e invece resta tristemente al palo. Domenica dunque lo scontro decisivo per il futuro rosanero in A proprio contro il Frosinone al ‘Matusa’. 

LE FORMAZIONI Ballardini opta per il 4-4-2 con Djurdjevic e Trajkovski in attacco e Gilardino in panchina. In difesa Vitiello con Gonzalez e il ritorno di Struna e Pezzella sulle fasce. Sulla trequarti Vazquez dietro le due punte. Reja sceglie Borriello, con Pinilla infortunato, e alle sue spalle Gomez, Raimondi e Freuler. Pronti via e sono i padroni di casa a sbloccarla con la prima azione d’attacco che vede Chochev colpire di testa un pallone che finisce su un braccio largo di Bellini. Doveri non ha dubbi ad assegnare il penalty in favore dei rosa con Vazquez che si prende la responsabilità di realizzare il gol dell’1-0 superando Sportiello.

RISPONDE BORRIELLO L’ottimo avvio dei rosanero è però solo un’illusione visto che l’Atalanta si riorganizza in tempi brevi e già al 10’ riagguanta il risultato. Gomez viene steso platealmente in area da Struna con un scivolata e Doveri si trova ad assegnare il secondo rigore in pochi minuti. La palla gol più limpida per passare in vantaggio passa dalla testa dell’ex esterno rosanero che su cross di Gomez si ritrova solo per sentenziare Sorrentino ma il numero 77 di Reja fallisce clamorosamente mettendo fuori. A farla da padrone fino al 45’ sono i tanti falli che spezzettano il gioco e gli errori da una parte e dall’altra con la paura a dettare legge sopratutto sulle gambe dei rosanero.

ENTRA GILA, PALETTA GOL Ballardini non aspetta altro tempo e ad inizio ripresa si gioca subito la carta Alberto Gilardino. Il bomber di Biella prende il posto di Uros Djurdjevic, avulso dal gioco d’attacco, con la speranza di trovare il gol del 2-1. La notizia del vantaggio del Chievo al ‘Bentegodi’ contro il Frosinone non apporta ulteriori motivazioni nei padroni di casa che anzi vanno sotto nel punteggio per il gol di Gabriel Paletta. Il difensore argentino viene pescato solo nel cuore dell’area da un cross pennellato di Cigarini e batte Sorrentino. I rosa provano a reagire al 65’ con un’azione confusa da corner di Hiljemark chiusa con un fallo in attacco. Le mosse Quaison e Lazaar provano a movimentare ulteriormente il gioco. 

SPERANZA STRUNA La pressione degli uomini di Ballardini alla fine sfocia nel gol del pari. Un’azione confusa al 75’ porta alla conclusione Jajalo da dentro l’area, il pallone viene deviato e finisce sui piedi di Struna che da due passi può esultare per il suo primo gol in rosanero a cancellare parzialmente l’errore sul calcio di rigore. Il Palermo crea almeno un altro paio di nitide palle gol prima del 90’ ma Gilardino non le sfrutta a dovere. Brividi sul finire del match per l’espulsione di Vitiello che cintura Gomez. Al triplice fischio di Doveri è 2-2 con i rosa che rimangono in penultima posizione e accorciano sul Frosinone battuto nettamente per 5-1 dal Chievo.

IL TABELLINO

Marcatori: Vazquez 2' (rig), Borriello 11' (rig), Paletta 58', Struna 75'.

PALERMO: 70 Sorrentino (cap.); 23 Struna, 2 Vitiello, 12 Gonzalez, 97 Pezzella (Lazaar 72'); 10 Hiljemark, 28 Jajalo, 18 Chochev (Quaison 60'); 20 Vazquez; 8 Trajkovski, 99 Djurdjevic (Gilardino 46'). A disp: 1 Posavec, 53 Alastra, 3 Rispoli, 4 Andelkovic, 9 Bentivegna, 16 Brugman, 24 Cristante, 25 Maresca, 77 Morganella. All: Davide Ballardini. 

ATALANTA: 57 Sportiello; 6 Bellini (Conti 72'), 3 Toloi, 29 Paletta, 93 Dramé; 15 De Roon, 21 Cigarini, 11 Freuler; 77 Raimondi (Diamanti 60'), 22 Borriello, 10 Gomez. A disp: 1 Radunovic, 2 Stendardo, 4 Gagliardini, 7 D'Alessandro, 8 Migliaccio, 13 Gakpé, 28 Brivio, 33 Cherubin, 45 Monachello, 55 Djimsiti. All: Edoardo Reja 

ARBITRO: Daniele Doveri (Roma 1).

NOTE Ammoniti: Bellini 2', Chochev 18', De Roon 38', Struna 80', Jajalo 90'. Espulsi: Vitiello 89'.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php