Live Sicilia

Siracusa, Sottil suona la carica
Shock Marsala: Bonafede lascia


Articolo letto 1.302 volte

Focus sulle formazioni siciliane alla vigilia della trentacinquesima giornata di campionato.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Cresce l’attesa alla vigilia della 35ª giornata del girone I di Serie D per le sfide delle squadre siciliane ancora impegnate nella rincorsa ai propri obiettivi. Il Siracusa in primis, che nel derby dei leoni con la Leonfortese deve continuare la striscia di vittorie per mantenere la vetta della classifica, mentre i biancoverdi devono tuttora conquistare qualche punto per ottenere la matematica salvezza. Ancora nei guai Marsala e Noto, le quali vogliono evitare gli spareggi playout, ma che dovranno vedersela rispettivamente con Cavese ed Agropoli. Infine, nel programma di domani, sarà giocato un altro importante derby siciliano, quello tra Scordia e Due Torri, che concorrono per obiettivi di gran lunga differenti: i primi sono in cerca di un autentico miracolo sportivo per agguantare quantomeno i playout, i secondi, invece, dovranno cercare di ottenere quanti più punti possibili per giocarsi il tutto per tutto in casa all’ultima giornata con il Reggio Calabria per fare la storia e conquistare un posto ai playoff.

Siracusa-Leonfortese: al “De Simone” va in scena il derby dei Leoni - Stadio tutto esaurito e clima di festa in quel di Siracusa per il primato in classifica conquistato e per l’attesa di un match fondamentale per la conquista del titolo: l’ultimo derby della stagione per gli azzurri di mister Sottil contro la Leonfortese. Le squadre si presentano a questo impegno con un ruolino di marcia tutt’altro che simile: 7 vittorie e 3 pareggi per i padroni di casa nelle ultime 10 partite, nelle quali sono sempre andati a segno; 6 pareggi e 4 sconfitte per gli ennesi, invece, che nello stesso numero di partite ha trafitto il portiere avversario solo in 2 occasioni. A controbilanciare questo dato, però, le tante assenze tra le file degli aretusei: sono 21 infatti i convocati nell’elenco stilato da Sottil, nel quale però non figurano gli squalificati Baiocco, Barbier e Giordano, oltre agli infortunati Vindigni, Marino e Savanarola. Situazione diversa, invece, per il tecnico Gaetano Mirto, che potrà contare sull’intero gruppo a disposizione nonostante qualche giocatore acciaccato. Sfida importante che vale tanto da una parte e dall’altra, ma soprattutto peserà la voglia di vincere del Siracusa, che dovrà fare tesoro della grande spinta del suo pubblico per tenere lontani Cavese e Frattese nella corsa al titolo.

Scordia-Due Torri, solo una delle due potrà continuare a sognare - Mister Campanella ed il suo Scordia sono chiamati a crederci ancora, a tentare ancora una volta il tutto per tutto al fine di conquistare un posto ai playout. Il colpo durissimo subìto la scorsa domenica nello scontro diretto con la Gelbison deve velocemente sparire dalla testa dei 19 rossoazzurri convocati, perché nel derby siciliano di domani con il Due Torri potrebbe essere davvero l’ultima spiaggia per il club catanese. Stesso discorso si potrebbe fare anche per i biancorossi in chiave playoff, ma con le dovute distanze vista la permanenza in D già conquistata. Ad ogni modo, per lo Scordia e per i pirainesi da qui alla fine saranno partite da giocare come fossero delle finali, partite da dentro o fuori. Lo Scordia per i playout, il Due Torri per i playoff. I biancorossi potranno comunque essere avvantaggiati dalla totale mancanza di pressione vista la salvezza già conseguita, unico vero obiettivo della stagione. Al “Binanti”, però, ad attendere i giocatori di Venuto ci sarà senz’altro un clima infernale, con Mascara ed i suoi che daranno il massimo sul terreno di gioco per conquistare 3 punti fondamentali.

Il Marsala ospita la Cavese: serve l’impresa per il presidente - Lilibetani in forte rischio playout in questo finale di stagione. A soli 3 impegni dal termine della stagione azzurra, la situazione in classifica preoccupa non poco i tifosi del Marsala, formazione che ha già più di un piede agli spareggi. Nella partita di domani, come se non bastasse, gli azzurri, orfani fino a fine stagione del tecnico Pergolizzi, affronteranno la Cavese, squadra tra le più attrezzate e temibili del campionato. Non sembra girare bene, insomma, al Marsala, che questa settimana ha pure visto le dimissioni del presidente Bonafede per “motivi di natura strettamente personale”, come si legge nella nota del club trapanese. D’altra parte, però, questo potrebbe motivare oltre modo i giocatori che vorranno certamente dedicare una bella vittoria all’ormai ex presidente.

Noto ad Agropoli per vincere - Il Noto continua a navigare in acque poco tranquille a quota 36 punti. Zona bassa di classifica ed una situazione simile a quella del Marsala, visto anche il turno di riposo ancora da scontare. Le possibilità di evitare gli spareggi, però, sono ancora buone per la formazione netina, che dovrà cercare la vittoria già nella trasferta di domani con l’Agropoli in un match che si preannuncia molto equilibrato.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php