Live Sicilia

calcio - serie d

Sosta extra per il Siracusa
Scordia, Mascara vuol trascinare


Articolo letto 2.175 volte

Analisi della vigilia del trentaduesimo turno del girone I, con il consueto focus sulle sei formazioni siciliane.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Ci stiamo pian piano avvicinando al weekend con il campionato di Serie D che torna nel vivo dopo la sosta, dovuta per permettere alla rappresentativa di categoria di partecipare alla Viareggio Cup. Non sarà protagonista della 32ª giornata il Siracusa di Sottil, visto il rinvio della partita con l’Aversa, mentre Leonfortese e Noto vogliono approfittare degli scontri diretti per mettere alle spalle il periodo negativo. Il Due Torri, praticamente già salvo, sogna in grande e prepara la sfida casalinga con la Vibonese, mentre lo Scordia promette battaglia nella difficile trasferta di Reggio Calabria.

Il Siracusa ne rifila 7 al Belvedere - La Lega Nazionale Dilettanti ha deciso di rinviare il match tra l’Aversa ed il Siracusa previsto inizialmente per domenica e così la formazione di Sottil deve rinviare momentaneamente l’appuntamento col sorpasso alla Cavese in vetta alla classifica. I leoni, però, non sono rimasti con le mani in mano e nella giornata di giovedì sono scesi in campo per effettuare un test amichevole contro il Belvedere, squadra che milita in Promozione: nel match, conclusosi col punteggio di 7-0 in favore dei siracusani, si sono messi in evidenza Gallon e Arena, autori di una doppietta, mentre le altre reti sono state messe a segno da Porcaro, Chiavaro e Catania. Non hanno partecipato all’allenamento Giordano e Spinelli, quest’ultimo a causa della febbre, mentre è rientrato in gruppo Orefice. In vista del recupero con l’Aversa, fissato per mercoledì 30 marzo, la preparazione del Siracusa procede bene sotto gli occhi soddisfatti del tecnico.

La Leonfortese punta il bottino pieno - La Leonfortese freme per tornare in campo e dimostrare di aver messo alle spalle il periodo negativo. Il prossimo incontro con la Vigor Lamezia, infatti, rappresenta una ghiotta opportunità per i ragazzi di mister Gaetano Mirto per porre fine al digiuno di vittorie che dura ormai da 7 partite e riprendere la marcia verso la salvezza diretta.

Il Noto è pronto per la sfida salvezza col Gragnano - Anche il Noto vuole voltare pagina e col Gragnano, prossimo avversario dei granata, una vittoria varrebbe doppio in ottica salvezza. I campani militano in 9ª posizione a quota 37 punti con un vantaggio di +4 sugli aretusei, i quali invece hanno collezionato finora 33 punti e gravitano al di fuori della zona playout solo grazie alla differenza reti. Serve la scossa in un ambiente ultimamente turbato dai risultati e dai cambi in panchina che non hanno portato i frutti sperati. Col Gragnano è necessaria una grande prova di squadra, che deve dimostrare la forza di un gruppo compatto e che punta unito verso l’obiettivo comune della salvezza. Intanto il Noto ha comunicato di aver arricchito lo staff dirigenziale con l’ingresso di Lino Delia, già presidente del club negli anni ’90, il quale torna in società a distanza di vent’anni per ricoprire il ruolo di addetto agli arbitri.

A Scordia credono alla salvezza: parola di Beppe Mascara - Ci si aspetta grande battaglia anche tra Reggio Calabria e Scordia, due squadre con organici e obiettivi stagionali profondamente diversi, ma con la stessa necessità di punti preziosi per poter raggiungerli. Nella difficile trasferta del “Granillo” servirà un’impresa da parte dei rossoazzurri, ma a suonare la carica ci pensa un vero e proprio trascinatore, Beppe Mascara: l’ex Catania e Siracusa si è detto felice dell’entusiasmo ritrovato sia dalla squadra sia dai tifosi dopo l’approdo di Campanella alla guida tecnica e la conquista di punti contro gli amaranto potrebbe rappresentare una svolta nella stagione dello Scordia, visti i contemporanei impegni proibitivi per le dirette concorrenti Vigor Lamezia e Gelbison rispettivamente avversarie di Leonfortese e Frattese. Per la formazione del patron Rosario Gallo la salvezza oggi non è più un utopia e da qui fino alla fine del campionato lo Scordia scenderà in campo col coltello tra i denti per affrontare le sette giornate rimanenti come se fossero delle finali.

Il Marsala deve osare: a Sarno per i 3 punti - Dopo il passo falso di domenica scorsa nel recupero con la Gelbison, dal quale il Marsala ha racimolato appena un punto in rimonta, gli uomini di mister Pergolizzi hanno bisogno di una vittoria nella trasferta contro la Sarnese per tirarsi fuori da una situazione di classifica precaria. Un solo successo nelle ultime sette uscite stagionali è il chiaro sintomo del profondo calo della formazione lilibetana, fin qui autrice di un campionato altalenante quantomeno dal punto di vista dei risultati, ma il Marsala può e deve approfittare di una Sarnese che, dopo un girone d’andata più che convincente, quasi non si riconosce più e stenta ad ingranare la marcia dall’inizio dall’inizio del nuovo anno.

Un Due Torri senza paura sogna il sorpasso alla Vibonese - Il Due Torri, praticamente già salvo, prepara la sfida casalinga con la Vibonese. Il clima attorno ai biancorossi rimane molto tranquillo, grazie anche al silenzio stampa osservato già dallo scorso 6 marzo. Per il match di domenica lo scacchiere di Venuto, squalificato, sarà però privo dell’attaccante Giacobbe, anche quest’ultimo fermato dal giudice sportivo, ma il “Vasi” si prepara comunque ad accogliere ed incitare i propri beniamini che in gran parte hanno già svolto il loro dovere in una stagione memorabile. Eppure il Due Torri potrebbe addirittura sognare in grande e, in caso di vittoria, sorpasserebbe proprio i rossoblu in zona playoff.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php