Live Sicilia

basket - serie a

Orlandina in casa di Sassari
Di Carlo: "Non sottovalutiamoli"


Articolo letto 1.837 volte

Le parole del coach paladino alla vigilia del match sul parquet dei campioni d'Italia.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D’ORLANDO (MESSINA) - Sul campo dei campioni d’Italia in carica non può essere una sfida facile. Lo sa bene Gennaro Di Carlo e lo sa bene l’Orlandina, che nella gara d’andata rimediò una scoppola indimenticabile contro la “prima” Sassari guidata da Calvani. Adesso i sardi hanno cambiato nuovamente guida tecnica, con le redini della squadra passate in mano al g.m. Pasquini, e sembrano essere in caduta libera in campionato.

Non un bel momento, ma guai a sottovalutare chi porta lo scudetto sul petto: “Andremo a giocare contro una squadra che ha talento individuale da vendere, esterni fortissimi e lunghi che per fisicità e atletismo sono giocatori da Eurolega - ammette coach Di Carlo -. Di nostro ci portiamo dietro la tanta positività delle ultime otto giornate, ma andremo a giocare sul parquet dei Campioni d’Italia nel momento in cui cerca di rilanciarsi verso le alte posizioni in classifica. Per fare bene al Palaserradimigni dovremo fare una prova straordinaria. Nelle prossime 4 giornate giocheremo 3 match fuori casa e una sola gara al PalaFantozzi contro Milano, di certo non il calendario non è semplice, ma dobbiamo continuare a lavorare forte. Credo che la squadra stia cominciando ad avere consapevolezza delle proprie capacità e potenzialità, ma abbiamo ancora lavoro da fare”.

Della stessa idea anche Keaton Nankivil, elemento di importanza vitale nella rimonta stagionale dei paladini e protagonista nella vittoria casalinga con Torino. Un successo nato anche da una sua tripla, quella del +5, dalla quale è scaturito l’exploit di un Betaland lanciata verso il trionfo. Quella vittoria, però, deve essere un punto di partenza, come sottolinea l’atleta americano: “Siamo concentrati, non siamo ancora salvi e puntiamo a vincere più gare possibili. È vero che è cresciuta la fiducia in noi stessi man mano che sono arrivati i risultati, ma solo perché abbiamo continuato ad allenarci duramente giorno dopo giorno e continueremo così senza fermarci anche adesso”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php