Live Sicilia

calcio - serie d

Il Siracusa ha il “mal di testa”
Scordia più vicino alla salvezza


Articolo letto 9.482 volte

Il resoconto della trentunesima giornata del massimo campionato dilettantistico con un focus sui club siciliani impegnati nel girone I.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Tanti colpi di scena in questa domenica di Serie D dove è andata in scena la 31ª giornata di campionato del girone I. Il Siracusa viene frenato dal Due Torri e perde il primato in classifica, lo Scordia batte l’Agropoli e lancia un segnale chiaro alle rivali per la salvezza, il Noto in trasferta costringe al pari la Frattese, mentre la Leonfortese ed il Marsala proseguono il loro periodo negativo.

“Mal di testa” Siracusa: 1-1 col Due Torri - Dura solo tre giorni il primato del Siracusa in campionato. Il pari interno per 1-1 maturato contro il Due Torri costa per la terza volta in stagione dopo solo una giornata la vetta della classifica ai leoni, i quali vengono nuovamente scavalcati dalla Cavese. Nel derby tutto siciliano con il Due Torri il Siracusa non riesce a scardinare il catenaccio biancorosso che addirittura passa in vantaggio al 48’ con Cicirello, che non fa rimpiangere lo squalificato Giacobbe. Gli azzurri però non mollano ed al 65’ con Carmine Giordano agguantano il pari prima di un finale concitato e nervoso che porta alle espulsioni nella panchina siracusana di Amedeo Marghi ed il direttore dell'area tecnica Antonello Laneri. Un punto a testa che fa felice i pirainesi, i quali hanno già centrato il loro obiettivo stagionale avendo la salvezza in tasca. Certamente meno contenti del risultato, invece, gli uomini di mister Sottil (oggi squalificato) che però rimangono a -1 dalla Cavese capolista ed appaiati alla Frattese che non è andata oltre lo 0-0 con il Noto.

Noto, a Frattamaggiore uno 0-0 che sa di impresa - Proprio il Noto del tecnico Pippo Romano riesce in quella che può essere considerata una piccola impresa, pareggiando sul sintetico del “Pasquale Ianniello”, fortino della Frattese. La formazione granata è la prima in questo campionato ad avere portato a casa un punto da Frattamaggiore, dove i padroni di casa avevano vinto tutte le 14 partite fin qui disputate. Un risultato importante e, sebbene ne abbia fatto le spese lo spettacolo, da andarne orgogliosi. Un punto conquistato con determinazione e concentrazione che può dare morale ed entusiasmo ad una squadra che esce da un periodo turbolento.

La Leonfortese è in difficoltà - La Leonfortese esce sconfitta dalla difficile trasferta di Cava de’ Tirreni e prosegue il suo periodo negativo: la Cavese si impone 2-0 contro i biancoverdi e conquistano il primato, mentre i siciliani rimangono a quota 36 al centro della classifica. L’allenatore dei leoni Mirto deve studiare una soluzione per invertire la marcia e ritrovare una vittoria che manca dal 24 gennaio scorso. Nel match di oggi non c’è stata partita, ma la caratura degli avversari era di un’altra categoria. Non bisogna assolutamente fare drammi in casa Leonfortese, ma l’ambiente biancoverde deve certamente avvertire una scossa nel più breve tempo possibile per evitare di incappare in situazioni di classifica spiacevoli.

Brutta caduta casalinga per il Marsala - La formazione di mister Pergolizzi cade pesantemente in casa contro l’Aversa: gli ospiti fanno bottino pieno al “Comunale” vincendo per 3-1 in una partita a senso unico. Eppure i lilibetani erano partiti bene, passando in vantaggio in apertura grazie alla rete siglata al 3’ da Riccobono, salvo poi subire il ritorno dell’Aversa che dapprima pareggia al 6’ con Marzano, e poi addirittura ribalta il risultato sul finale della prima frazione con Cioccia. Nella ripresa il goal di Ramaglia al 50’ chiude definitivamente i conti ed il Marsala rimane nella zona calda di classifica. La sola fortuna degli azzurri è che nelle retrovie nessuno ha ottenuto la vittoria a eccezion fatta del Rende che aggancia proprio il Marsala a 32 punti a margine della zona playout.

Lo Scordia rinasce con la cura Campanella - Lo Scordia crede ancora nella salvezza e, dopo il pari strappato alla Palmese nel turno infrasettimanale, conquista meritatamente la vittoria in casa con l’Agropoli. I rossoazzurri davanti ad una bella cornice di pubblico, grazie anche all’iniziativa della società che ha concesso l’ingresso gratuito dei tifosi al “Binanti”, hanno piazzato le zampate vincenti nel corso della ripresa con un’invenzione volante di Beppe Mascara al 47’ e con il rigore trasformato da Palmiteri al 65’. Rinasce, dunque, la formazione catanese grazie alla cura Campanella: dall’insediamento del nuovo tecnico, infatti, lo Scordia ha già ottenuto 4 punti in due partite ed ha recuperato terreno su Vigor Lamezia e Gelbison, rimanendo ora a -3 dalla zona playout. Il sogno salvezza, che fino a poco tempo fa sembrava un miraggio, inizia ad essere concretamente percorribile.

Questo il programma completo della 31ª giornata:

Cavese – Leonfortese  2-0
Gragnano – Reggio Calabria 0-3
Scordia – Agropoli 2-0
Siracusa – Due Torri 1-1
Frattese – Noto 0-0
Marsala – Aversa 1-3
Vibonese – Gelbison 2-0
Vigor Lamezia – Roccella 0-1
Rende – Sarnese 1-0
Riposa: Palmese

Classifica: Cavese 60, Frattese 59, Siracusa 59, Reggio Calabria 48, Vibonese 44, Aversa 43, Due Torri 42, Sarnese 39, Gragnano 37, Leonfortese 36, Roccella 36, Marsala 32, Noto 33, Agropoli 32, Rende 32, Palmese 30, Gelbison 24, Vigor Lamezia 23, Scordia 21.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php