Live Sicilia

calcio - serie a

Zamparini si tiene stretto Iachini:
“Ormai siamo alle ultime partite"


Articolo letto 4.073 volte

Il patron del Palermo ammette di non voler più cascare nella trappola di cambiare allenatore, in vista del rush finale della stagione. E torna sulla scelta di affidarsi a Barros Schelotto.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Ogni partita, ormai, è diventata a rischio. Eppure stavolta Maurizio Zamparini non ci vuole cascare. Il patron del Palermo sa benissimo di andare incontro ad una sfida sulla carta impossibile, sul campo finora mai espugnato di San Siro, almeno quello nerazzurro. Se il risultato di domenica non dovesse essere positivo, però, non ci saranno ribaltoni: "Siamo alle ultime partite, per l’amor di Dio…”, ammette Zamparini in diretta radiofonica a “Un Giorno da Pecora” su Radio 2. E sempre in tema di allenatori, Zamparini dimostra di non aver ancora superato l’inflessibilità della Uefa per il tesserino di Guillermo Barros Schelotto: "Avevo preso Schelotto e il sindacato degli allenatori europei ha detto che non si poteva”.

Con Iachini in panchina si va dunque verso una trasferta dura, contro un’Inter reduce dalla cocente eliminazione ai rigori dalle semifinali di Coppa Italia. Il 3-0 con la Juventus non è bastato per ribaltare il risultato dell’andata, ma Zamparini ha ben poco da commentare sulla partita: "Di Inter-Juventus ho visto il primo tempo, poi mi sono addormentato. Vado a dormire presto, qui siamo contadini”. In compenso il presidente si scatena quando viene tirata in ballo la polemica sul tweet di Marchisio contro i cronisti Rai: "Ce ne sono di telecronisti non vedenti... Io non seguo mai l'audio durante le partite, i cronisti dicono tante stupidaggini. La partita va vista, non commentata. Quand'ero bambino la cronaca alla radio aveva senso, ora no”.  E la polemica sfocia, tra le risate, in una mezza accusa: “Magari c'è il presidente che paga il caffè o il pranzo a qualcuno e lì si vedono rigori per tutti”, ammette ironicamente Zamparini, che nel contempo fa un’amara constatazione: "Il Palermo, per esempio, è l'unica squadra a non aver avuto un rigore a favore”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php