Live Sicilia

calcio - lega pro

È un'Akragas che fa sognare
Rigoli: "Pensiamo alla salvezza"


Articolo letto 10.219 volte

L'ambiente biancazzurro vive un momento di incontenibile entusiasmo dopo le cinque vittorie consecutive, tuttavia il tecnico del Gigante predica calma. Bisogna pensare a mantenere la categoria.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Dopo la vittoria contro la Fidelis Andria, Pino Rigoli si gode la squadra che nelle ultime cinque partite ha fatto meglio di tutti nel girone C di LegaPro. Il mister ha ripreso gli allenamenti in vista della sfida di domenica contro un’altra squadra in ottima forma, la Paganese, squadra che ha conquistato tredici punti nelle ultime cinque gare: “E’ una squadra in forma – spiega il mister arrivato al posto di Legrottaglie – che merita grande rispetto, ha un ottimo reparto offensivo con Caccavallo e un gran reparto difensivo, a centrocampo ha gente con esperienza come Carcione che sta facendo benissimo. Avrei preferito affrontare un’altra squadra in questo momento, ma faremo il massimo per fare punti e muovere la classifica”.

I quindici punti in cinque partite fanno sognare i tifosi, ma il mister vuole assolutamente che non si parli altro che non sia la salvezza: “Dobbiamo conquistare la salvezza, è il nostro obiettivo ed è quello che mi ha dato la società, poi potremo toglierci qualche soddisfazione, ma prima dobbiamo raggiungere i 40 punti. Fare quello che abbiamo fatto era impensabile, questo grazie a tanti sacrifici che i miei giocatori stanno facendo, sono degli uomini da apprezzare”.

Il mister elogia il portiere Maurantonio, uno dei protagonisti per la partita contro la Fidelis Andria, intervenuto in sala stampa alla ripresa degli allenamenti: “Sono contento dei complimenti – spiega il portiere – ma anche nei momenti delle critiche io sono sempre stato impassibile, noi siamo dei professionisti e io personalmente ho le mie certezze, quindi non faccio caso alle critiche, io do sempre il massimo. Quando non andava bene non dipendeva solo da me, ci sono altre vicende – commenta Maurantonio parlando del periodo negativo – noi viviamo di pressioni e di stimoli, questo è il nostro lavoro e veniamo pagati per questo”.

Il portiere, probabilmente ancora in campo domenica, visto le non perfette condizioni di Vono (ancora da verificare) si congratula con il mister: “Rigoli ci ha dato tre, quattro nozioni chiare e noi siamo stati bravi a recepirle.” Maurantonio conclude parlando del momento formidabile della squadra: “non facciamo l’errore di sopravvalutare la situazione, ci sono squadre più attrezzate che hanno speso tantissimo, anche se la favola del Carpi ci insegna che non sempre i soldi fanno vincere i campionati”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php