Live Sicilia

calcio - serie d

Siracusa a Reggio senza tifosi
Scordia, ultimo treno salvezza


Articolo letto 2.853 volte

Il programma della ventottesima giornata del girone I, con il solito focus sulle sei formazioni siciliane impegnate nel weekend.

VOTA
1/5
2 voti

PALERMO - Alla vigilia della 28ª giornata del girone I di Serie D le formazioni siciliane si apprestano ad ultimare la preparazione dei rispettivi incontri nella seduta di rifinitura. Il programma del weekend offre spunti interessanti, col big match tra Reggio Calabria e Siracusa, il derby salvezza tra Noto e Marsala e la sfida d’alta quota tra Sarnese e Leonfortese. Match fondamentale anche per il Due Torri che non può mancare i 3 punti contro la Vigor Lamezia e per lo Scordia che ospiterà il Gragnano.

Il Siracusa è pronto per affrontare il Reggio Calabria. Nella seduta di rifinitura svolta stamane al “De Simone” lontano da occhi indiscreti mister Sottil ha avuto modo di lavorare con tutta la rosa a eccezion fatta per Trofo, alle prese con il recupero dall'infortunio al quadricipite della gamba destra. Recuperato, dunque, Emanuele Catania, pedina fondamentale nello scacchiere aretuseo che verrà schierato contro i granata. Al “Granillo”, però, i leoni non potranno contare sul supporto dei tifosi residenti nella regione Sicilia ai quali è stata vietata la trasferta calabrese per ragioni di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica. Ma i siracusani non sono alla ricerca di alibi e daranno il 100% per ottenere una vittoria di grande prestigio e importanza per attentare al primato della Cavese.

In questa domenica, però, a tenere banco sarà anche la sfida tutta siciliana tra Noto e Marsala. Le due squadre non vivono certo un momento idilliaco, ma sono pronte a darsi battaglia nel derby che mette in palio 3 punti pesanti in chiave salvezza. I padroni di casa sono usciti sconfitti negli ultimi 3 incontri nei quali i granata hanno fatto registrare un netto passo indietro rispetto alle prestazioni brillanti di un mese fa. Domani, però, contro i lilibetani la formazione di Cacciola può rifarsi e rilanciarsi in classifica, ma non sarà facile contro una squadra davvero affamata di vittoria: un solo successo contro lo Scordia nelle ultime 9 uscite è infatti il magro bottino degli azzurri che daranno certamente del filo da torcere ai siracusani. Mister Pergolizzi, dopo aver visto i suoi resistere al Reggio Calabria nello scorso turno, esige alzare il ritmo e ottenere i 3 punti al “Palatucci”.

Partita dai risvolti interessanti, invece, potrebbe essere quella in cui sarà protagonista la Leonfortese, ospite domani della Sarnese. I due club militano a ridosso della zona playout e chi uscirà vincitore del match potrebbe piazzare un importante tassello per la qualificazione. I biancoverdi quest’anno possono contare su un trend molto positivo in trasferta, praticando un calcio propositivo anche lontano da Leonforte, ma a Sarno i padroni di casa non hanno ancora conosciuto la sconfitta in questa stagione, ottenendo 7 vittorie e 5 pareggi nelle 12 partite disputate fin qui. Eppure i salernitani sono in piena crisi di risultati, con l’ultimo successo ottenuto il 13 dicembre scorso contro lo Scordia, ragion per cui per i leoni del tecnico Mirto non è vietato credere di poter essere i primi ad espugnare il “Felice Squitieri”.

In questa domenica di Serie D, però, è in programma anche la sfida tra il Due Torri e la Vigor Lamezia. I biancorossi una ghiottissima occasione per guadagnare i 3 punti contro una squadra messa alle strette dalla bassa classifica, ma non da sottovalutare vista l’inaspettata ripresa con 3 vittorie e 2 pareggi ottenuti nelle ultime 5 partite. Gli uomini di Venuto potranno contare però sul fattore campo e sulla voglia di sfruttare l’occasione per porre fine una volta per tutte alla lunga crisi di risultati iniziata col nuovo anno.

Chi dalla crisi non riesce proprio a uscire, invece, è lo Scordia di Serafino. La squadra, scivolata inesorabilmente in fondo alla classifica, sembra sconfortata e la scossa necessaria per risalire la china tarda ad arrivare. I rossoblu da qui alla fine dovranno provarle tutte per conquistare quantomeno un posto valido per gli spareggi ai playout e per rispetto nei confronti dei tifosi oramai comprensibilmente demoralizzati. E l’occasione per i catanesi si presenta già nella giornata di domani contro un Gragnano fuori forma: i campani, infatti, non sanno più vincere dallo scorso 11 novembre (3-1 contro il Noto), poi una sola sconfitta e addirittura 12 pareggi. Al “Binanti”, dunque, lo Scordia dovrà dimostrare ancora più voglia di riemergere, di gettare il cuore oltre l’ostacolo per dare il via ad una rimonta difficile, ma non impossibile.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php