Live Sicilia

calcio - lega pro

Messina, sette giorni di follia
Ma bisogna pensare al Matera


Articolo letto 2.087 volte

Il pareggio contro la Paganese è stato la punta dell'iceberg, tra il flusso anomalo di scommesse e i fulmini scagliati da Stracuzzi su Berardi. Ma c'è da preparare la trasferta nella città dei Sassi.

VOTA
1/5
1 voto

MESSINA - E’ un caos calmo quello che ha avvolto il Messina, che si è chiuso in un silenzio che ogni volta che è stato interrotto, faceva più rumore di un tuono nel cuore della notte. Il calcio, quello vero in cui vince chi merita, chi è più bravo o più fortunato, da qualche giorno ha lasciato spazio a quello parlato, ma in negativo, perché 4 partite nelle ultime 7 giornate finite nel mirino di Federbet non possono essere un fatto spiacevole. Sin qui è stata anche la settimana delle incomprensioni, dei tentennamenti ma anche dei passi indietro, con il siluramento di Berardi da parte del presidente Natale Stracuzzi (non è certo la prima volta), che sulle pagine della Gazzetta dello Sport è andato giù pesante contro il proprio estremo difensore, reo di aver commesso troppi errori strani contro le campane, ovvero Casertana, Benevento e Paganese.

Nel tardo pomeriggio di ieri il comunicato della società, che parla di dichiarazioni del numero uno giallorosso mal interpretate dalla rosea, mentre oggi è direttamente Berardi a dire di voler andare fino in fondo a questa vicenda. Le cornache recenti però parlano dell’ingaggio del giovane portiere spagnolo scuola Real Madrid Miguel Angel Martinez, già pronto a stravolgere ogni tipo di gerarchia tra i pali. Messina caput mundi insomma, perché attorno alla squadra di Lello Di Napoli si è creato troppo chiacchiericcio che certamente non può far bene ad un gruppo già scosso dalla squalifica di Arturo Di Napoli. I giocatori nell’arco di questi giorni avranno dovuto indossare i doppi paraorecchie e le bende per non sentire e leggere tutto ciò che è stato scritto, detto o anche solo ipotizzato.

No, non è stata una settimana come le altre, anche se nonostante tutto una parvenza di normalità c’è stata, come la partitella del mercoledì vinta per 13-0 contro gli Allievi, che hanno visto un Gustavo in gran spolvero. Per Di Napoli il problema più impellente è quel centrocampo da inventare in vista della difficile trasferta di Matera, con Baccolo e Fornito squalificati e Bramati che fino a ieri ha lavorato a parte. Problemi per un allenatore che deve fare i conti con una settimana di lavoro normale, esattamente ciò che sembra aver abbandonato il Messina.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php