Live Sicilia

basket - serie a2

Agrigento, la vetta si allontana
K.o. contro Casalpusterlengo


Articolo letto 11.405 volte

La formazione di coach Ciani si fa rimontare diciotto punti di vantaggio e perde una grande chance per restare in scia alla capolista Scafati.

VOTA
0/5
0 voti

PORTO EMPEDOCLE (AGRIGENTO) - La batosta che non t’aspetti. Senza l’infortunato Piazza e consapevole di dover vincere per non far fuggire Scafati in testa al girone, la Fortitudo Agrigento cade tra le mura amiche al cospetto di Casalpusterlengo. Ospiti che riescono nel colpaccio nonostante una serata da 45% dal campo e 28% dall’arco, graziati troppo spesso dalla lunetta. Agrigento chiude infatti con un poco onorevole 4/9 ai liberi, e al pensiero di poter vincere con soli due canestri in più ci sarà di che rimuginare. Così come al pensiero di aver avuto tra le mani un vantaggio di diciassette punti, gettato via dopo l’intervallo lungo. È nella ripresa, infatti, che si materializza la rimonta ospite, concretizzata poi nell’ultimo quarto con un super Austin: diciotto punti per l’americano, otto dei quali nell’ultima frazione di gioco e decisivi per il sorpasso. Alla Fortitudo non bastano i venti punti di Evangelisti.

Saccaggi e Martin in avvio mostrano di poter essere letali anche senza gli assist di Piazza, con Agrigento che va subito sul +4 e tiene a debita distanza gli ospiti. Una tripla di Evangelisti, dopo il momentaneo -2 di Chiumenti in tap-in, porta il massimo vantaggio casalingo a cinque lunghezze, per poi superare il doppio possesso di distacco con un’altra tripla, stavolta di Martin. La squadra di Ciani è in controllo totale del match e domina anche sotto canestro con De Laurentiis: due canestri consecutivi del lungo classe ’92 portano il risultato sul 24-14, poi Evangelisti arriva sino al ferro per il +12, vantaggio che si protrae fino alla sirena. La seconda frazione è ancora un monologo biancoblù, con la tripla del +15 di Evangelisti e il massimo vantaggio fortitudino che arriva a toccare le diciassette lunghezze fino a poco meno di quattro minuti dall’intervallo. Il meccanismo, però, inizia ad incepparsi: sei punti di Chiumenti e i liberi di Donzelli riavvicinano l’Assigeco a nove punti di distacco e solo l’1/2 di Evangelisti in lunetta nel finale permette ad Agrigento di chiudere la prima metà di gara sul +10.

La doppia cifra di vantaggio viene mantenuta in vita al rientro sul parquet da Evangelisti e da Saccaggi, quest’ultimo preciso dall’arco. Agrigento trova inoltre il +13 con Eatherton, dando così l’illusione di poter nuovamente andare in fuga, ma Casalpusterlengo è brava a non far scappare la squadra di Ciani. Un gioco da tre punti di Austin tiene lì gli ospiti, che arrivano fino al -9 con Chiumenti, salvo poi venire respinti da un’altra tripla di Evangelisti. Jackson dall’arco non è da meno e Poletti dalla media trova il canestro del -6. L’Assigeco è di nuovo in partita e Agrigento perde la bussola: Evangelisti mette altri due punti per il 66-58, ma a quaranta secondi dalla terza sirena arriva il nuovo 6 di Poletti, con Chiarastella che vanifica l’ultimo possesso con un’infrazione di passi. Lo smarrimento prosegue nell’ultima graziose, con Jackson che dimezza il divario dall’arco e con Austin che, dopo il 66-65 di Donzelli, piazza la tripla del sorpasso. Parziale 10-0 a cavallo tra i due quarti e Fortitudo in bambola, anche se Saccaggi ed Eatherton ritrovano un vantaggio minimo. Poco conta, però, perché Austin ha trovato il ritmo dall’arco e Casalpusterlengo va sul +3 con Vencato. La tripla di Saccaggi e il piazzato del sorpasso di Evangelisti sembrano scacciare via i fantasmi, ma è ancora una bomba di Austin a chiudere i giochi. Termina 77-78 al PalaMoncada, adesso la vetta si allontana.

FORTITUDO MONCADA AGRIGENTO-ASSIGECO CASALPUSTERLENGO 77-78 (28-16, 47-37, 66-60)

AGRIGENTO - Martin 15, Evangelisti 20, Chiarastella 6, Saccaggi 14, Eatherton 11, Cuffaro ne, Vai 3, De Laurentiis 8, Morciano, Visentin ne, Piazza ne. Allenatore: Ciani.

CASALPUSTERLENGO - Chiumenti 17, Poletti 14, Vencato 8, Austin 18, Jackson 14, Fultz ne, Rota ne, Sandri ne, Donzelli 4, Rossato 3. Allenatore: Finelli.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php