Live Sicilia

calcio - serie d

Siracusa pronto per l’Agropoli
Due Torri e Scordia sfidano le big


Articolo letto 2.926 volte

Il programma della ventisettesima giornata del girone I, con il solito focus sulle sei formazioni siciliane impegnate nel weekend.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Squadre al lavoro in questa vigilia della 27ª giornata del girone I di Serie D per mettere a punto le ultime strategie tecnico-tattiche prima di scendere in campo nella domenica di San Valentino. Impegni complessi per il Due Torri e lo Scordia che sfidano le prime della classe, rispettivamente Cavese e Frattese, mentre il Siracusa ospiterà al “De Simone” un Agropoli fresco di vittoria contro il Marsala. Proprio i lilibetani affronteranno il Reggio Calabria, mentre la Leonfortese dovrà vedersela con l’Aversa in un emozionante scontro diretto. Il Noto, infine, proverà a rialzare la testa in casa del Rende dopo la brutta prestazione nello scorso turno infrasettimanale.

Il Siracusa si prepara ad una sfida che può risultare ostica contro l’Agropoli. Una partita dalla quale i leoni devono ricavare assolutamente i 3 punti per rimanere incollati a Cavese e Frattese, ma che può riservare spiacevoli imprevisti. Chiedere al Marsala di Pergolizzi per credere. E, dunque, mister Sottil ha deciso di sostenere la seduta di rifinitura con un “De Simone” a porte chiuse, lontano da occhi indiscreti e mantenendo la concentrazione al massimo verso l’unico obiettivo della vittoria. I dubbi di formazione per il tecnico degli aretusei riguardano le condizioni di Marco Palermo, influenzato, del capitano Davide Baiocco, il quale ha svolto del lavoro personalizzato in palestra, ed anche di Mattia Gallon. Per gli ultimi due è improbabile il recupero per la gara di domani e allora il tecnico punterà sull’ottimo momento di Catania e Savanarola per scardinare la difesa dell’Agropoli.

Dopo la bella vittoria interna contro la Leonfortese, per il Due Torri si presenta la sfida più difficile, il match con la Cavese. La vittoria maturata nel turno infrasettimanale ha dato una rinnovata fiducia all’ambiente pirainese, un entusiasmo sul quale il tecnico Venuto potrà contare, insieme solita solidità difensiva e al goal ritrovato, per mettere in difficoltà la capolista. Inoltre la prestazione poco brillante della Cavese vista contro la Gelbison tre giorni fa, con il successo agguantato solo nei minuti di recupero, fanno ben sperare, ma per i biancorossi è vietato abbassare la guardia.

Impegno ad alto coefficiente di difficoltà anche per lo Scordia, scivolato in ultima posizione. I rossoazzurri faranno visita alla Frattese, principale candidata alla vittoria del campionato, e lo squilibrio tra la formazione catanese e quella nerostellata si è vista già nel match d’andata, quando al “Binanti” finì con un netto 1-3 in favore dei campani. Eppure, da quella partita dello scorso ottobre a oggi, lo Scordia è cambiato molto, soprattutto in questo inizio del 2016 dove si è visto un miglioramento almeno dal punto di vista delle prestazioni. I limiti, evidenti, degli uomini di Serafino però rimangono, ma giocando col coltello tra i denti si può cercare di compiere un’impresa nella quale nessuno è finora riuscito, fare punti all’inespugnabile “Pasquale Ianniello” di Frattamaggiore, dove i padroni di casa quest’anno hanno ottenuto 12 vittorie in altrettante partite.

Banco di prova importante per la Leonfortese, chiamato a rialzare la testa contro l’Aversa. I biancoverdi ottenendo solo un punto con la Gelbison e capitolando contro Noto e Due Torri nelle ultime tre partite, pare abbiano staccato momentaneamente la spina dopo i mesi di dicembre e gennaio giocati ad altissimo livello. Adesso, però, nello scontro diretto con l’Aversa è necessario tornare a fare sul serio e a dare il massimo per tornare a cavalcare il sogno playoff. L’allenatore dei leoni Mirto vuole un atteggiamento differente rispetto alle ultime uscite, ma dovrà fare i conti con una tegola pesante, l’assenza di capitan Calabrese, il quale non ha ancora smaltito i problemi fisici che lo affliggono.

Non è un gran momento per il Marsala, che domani farà gli onori di casa contro il temibile Reggio Calabria: in casa dei lilibetani il clima non è dei migliori a causa degli ultimi risultati che hanno trascinato la squadra nella zona calda della classifica, ma il tecnico Pergolizzi deve essere bravo a trasformare questa tensione in cattiveria agonistica. Assente per gli azzurri lo stopper Salvatore Maltese, squalificato dal giudice sportivo per il doppio giallo rimediato nello scorso turno nella trasferta di Agropoli, ma la formazione trapanese deve gettare il cuore oltre l’ostacolo e cercare una vittoria importantissima che permetterebbe di abbandonare la zona playout e ridare serenità all’ambiente.

Spazio, infine, al Noto reduce dalla pesante, quanto inaspettata, sconfitta casalinga contro la Vigor Lamezia. I granata vogliono piazzare il colpo da tre punti sul campo di un Rende decisamente in difficoltà in questo ultimo periodo, con soli 2 punti ottenuti nelle ultime 6 partite. Pronostico a favore dei siracusani, dunque, che al contrario hanno subito una prevedibile battuta d’arresto contro la Cavese dopo aver infilato 10 risultati utili consecutivi, ma gli uomini di Cacciola dovranno dimostrare che lo scivolone contro il fanalino di coda Vigor Lamezia sia stato solo un “incidente di percorso”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php