Live Sicilia

basket - serie a2

Testacoda Barcellona-Fortitudo
Trapani vuol rialzarsi a Siena


Articolo letto 19.874 volte

Al PalAlberti si gioca la sfida tra La Briosa e Moncada, ovvero una della candidate a non retrocedere contro una delle big del girone Ovest. La Lighthouse Conad affronta Siena per tentare di rialzarsi e dare ancora la caccia ai playoff.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il week-end del derby testacoda non può non pesare sul piano delle motivazioni. Barcellona chiama a raccolta il suo pubblico nella sfida più attesa della stagione, quella contro la Fortitudo Agrigento, per provare a far valere il fattore campo e sovvertire un pronostico che è invece tutto a favore degli agrigentini. La Fortitudo resta l’unica inseguitrice sulla scia di Scafati, impegnata in casa contro Omegna, e intende restarlo facendo suo il derby del PalAlberti. Chissà, sperando magari nel colpaccio di Omegna in casa degli uomini di Perdichizzi, per riagguantare la vetta persa ad inizio anno. E nel mezzo, Trapani cerca di tenere viva la sua piazza in zona playoff in uno scontro diretto per nulla semplice: si va a Siena, contro una Mens Sana reduce da quattro vittorie di fila.

Il derby del PalAlberti vede Franco Ciani e la sua Agrigento favoriti d’obbligo, ma il tecnico friulano non intende farsi ingannare dal pronostico, puntando più sulle prestazioni in ripresa da parte dei giallorossi: "Credo che il primo dato significativo su cui fare una riflessione sia l'ottima partita giocata da Barcellona a Siena, nonostante non fosse al completo. Vuol dire che avremo di fronte una squadra che se non aggredita, se lasciata giocare, se non contenuta in quelle che sono le sue armi migliori può insidiare qualsiasi avversario, in particolar modo sul proprio campo e in un derby particolarmente sentito dalle squadre e dalle rispettive tifoserie”.

E di fatti Bartocci vuole puntare sullo stesso spirito mostrato la scorsa settimana, ben consapevole di dover fronteggiare una serie di infortuni penalizzati per l’intero roster: “Per noi è stata l'ennesima settimana travagliata. Capitanelli e Centanni si sono fermati per problemi fisici diversi. Speriamo di recuperarli per domenica. Ci siamo dovuti allenare obbligatoriamente a ranghi ridotti. Già contro Agrigento sarà di per sè una partita difficile, sicuramente noi dovremo mettere in campo qualcosa in più contro un avversario che gioca una delle migliori pallacanestro dell'intera Serie A2. I nostri prossimi avversari hanno infatti tante soluzioni e tante possibilità per fare punti e gioco. Sono una squadra lunga e molto completa. Noi dobbiamo fare un grandissimo sforzo e provare nuovamente a mettere in campo l'energia che abbiamo provato a mettere contro Siena domenica scorsa. Sarà una partita difficilissima, ma dobbiamo giocarla con tutto il cuore e con l'anima”.

In casa Trapani, infine, si cercherà di riprendere una marcia interrotta bruscamente nelle scorse settimane, e coach Ducarello attende buone notizie dall’infermeria: “Stiamo monitorando la situazione di Gabriele Ganeto, grazie anche al nostro staff medico. Mi sento fiducioso al riguardo, ma fino a quando non saremo sicuri che il giocatore stia bene al cento per cento non rischieremo il suo utilizzo. Parlando di mercato, sicuramente un giocatore ci serve, per dare respiro e supporto alla squadra: la nostra prima opzione è pensare a un ‘quattro’, ma se non trovassimo il profilo ideale potremmo modificare leggermente il nostro target. Ho chiesto ancora una volta disponibilità e sacrificio ai miei ragazzi. A Siena cambieremo alcune cose rispetto a quello che abbiamo fatto contro Scafati. Affronteremo una squadra in salute, con una nutrita e temibile batteria di esterni, che rispetto all’andata potrà contare anche su un elemento importante come Diliegro: non possiamo di certo andare a giocare una partita remissiva. È plausibile pensare di proporre meno difesa a zona, anche allungando le rotazioni. Cercheremo di vivere la nostra situazione sempre con il sorriso sulle labbra, facendo di tutto per rimanere uniti e compatti”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php