Live Sicilia

basket

Trapani spaventa la capolista
Ma Scafati espugna il PalaIlio


Articolo letto 21.037 volte

La prima della classe fatica al cospetto del collettivo di Ducarello, ma alla fine riesce a portare a casa l'intera posta.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Superare la capolista, anche in casa propria, sarebbe stata comunque un’impresa. Come già accaduto contro Agrigento, è ancora la prima in classifica ad espugnare il PalaConad di Trapani, campo violato finora solamente dalla Fortitudo nel derby di fine dicembre. Il bis lo concede Scafati, che così facendo tiene salda la sua posizione in vetta al girone ovest e frena ulteriormente le ambizioni dei granata, al secondo k.o. di fila in campionato. Non bastano i diciannove punti di Chessa e i diciotto di Renzi per gli uomini di coach Ducarello (privo di Filloy, ndr), che deve piegarsi dinanzi ad un Mayo da ventiquattro punti col 60% dal campo. L’americano è il trascinatore di Scafati, che però deve sudare per proseguire la sua corsa in testa al girone. Trapani ha tentato fino all’ultimo di sorpassare i campani, ma la lotteria dei tiri liberi nel finale ha premiato la squadra di Perdichizzi.

Viglianisi è il primo a timbrare il cartellino per i granata dopo il momentaneo vantaggio ospite siglato da Mayo, ma Scafati fugge con un mini-parziale 6-0 e costringe Ducarello a chiamare timeout. Al rientro in campo si scatena Renzi: 2/2 in lunetta e altri due punti in post per il lungo e Trapani si avvicina a Scafati, raggiunta sull’8-8 da Tommasini. Chessa in lunetta allunga il parziale a 8-0, dando ai granata il primo vantaggio della serata, immediatamente ribaltato da Mayo e dalla tripla di Loschi. I canestri di Tommasini e Renzi non cambiano le distanze, che restano ferme a tre lunghezze alla prima sirena. Gloria e Mays cercano ancora di tenere a contatto Trapani, ma sono ancora i campani ad allungare con la tripla di Portannese. Dall’arco colpisce anche Mayo per il +5 ospite, con la squadra di Ducarello che finalmente si sveglia. Cinque punti in sequenza di Mays, schiacciata di Renzi e granata ancora avanti, fino al sorpasso siglato da Rezzano nel finale per il 36-37 con cui ci si avvia all’intervallo.

Il vantaggio di Trapani, stavolta, dà l’impressione di poter durare. Almeno per quanto riguarda il terzo quarto, dopo la rimonta firmata Baldassarre-Spizzichini. Mays e la tripla di Chessa valgono il +4 per i granata, poi Renzi in lunetta allarga la forbice a cinque punti. Crow riporta Scafati ad un possesso di distanza, ma Chessa colpisce ancora dall’arco per il nuovo massimo vantaggio trapanese, portato a +6. Rezzano e Crow riportano in carreggiata la squadra di Perdichizzi, poi Renzi va al ferro per il 55-52 con cui si apre l’ultima frazione di gioco. L’ex Baldassarre e Mayo, dal perimetro, mettono nuovamente la freccia per il 6-0 scafatese. Viglianisi e Chessa rispondono con le stesse armi per il controsorpasso, ma sarà l’ultima volta in cui Trapani avrà il punteggio a favore. Portannese e l’1/2 in lunetta di Crow portano il risultato sul 61-63, poi Portannese dall’arco annulla il pareggio di Renzi da sotto. Scafati fugge sul +6 con i liberi di Baldassarre e solo nel finale i granata provano a reagire. Cinque punti di fila di Tommasini riducono le distanze al minimo scarto, poi è fallo sistematico per entrambe le squadre: l’1/2 di Tommasini potrebbe chiudere i giochi, invece Portannese dall’altro lato lo emula. A cinque secondi dal termine, sotto di tre punti, Mays trova il ferro. La partita si chiude qui, col rimbalzo catturato da Scafati. Termina 74-77, è ancora una capolista ad espugnare il PalaConad.

LIGHTHOUSE CONAD TRAPANI-GIVOVA SCAFATI 74-77 (14-17, 36-37, 55-52)

TRAPANI - Mays 15, Renzi 18, Tommasini 12, Chessa 19, Viglianisi 8, Cosadura ne, Gloria 2, Molteni, Pollina ne, Fontana ne.

SCAFATI - Portannese 14, Spizzichini 4, Baldassarre 13, Mayo 24, Ammannato 4, Crow 6, Rezzano 9, Simmons ne, Loschi 3, Di Palma ne. Allenatore: Perdichizzi.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php