Live Sicilia

basket

Di Carlo vuole la battaglia:
"L'Orlandina sputerà sangue"


Articolo letto 1.864 volte

Le parole del coach paladino in vista del match contro la Virtus Bologna: in palio un pezzo di salvezza.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D’ORLANDO (MESSINA) - La vittoria con Venezia non deve far perdere di vista l’unico obiettivo dell’Orlandina: lottare con le unghia e con i denti per la salvezza. Un traguardo che, ad oggi, sarebbe raggiunto solo grazie alla classifica avulsa, dunque ancora tutto da giocarsi in questo girone di ritorno. Per questo bisognerà sfruttare al massimo gli scontri diretti, come il prossimo con la Virtus Bologna: "Si gioca di lunedì e ci dobbiamo preparare ad una battaglia in cui sputeremo sangue”, rassicura coach Di Carlo in sede di presentazione del match.

"Questa partita può cambiare radicalmente la nostra stagione, è totalmente diversa da quella con Venezia”. Parole decise quelle del tecnico casertano, che ha ben chiara in mente l’importanza dello scontro contro gli emiliani: "È uno scontro diretto per la salvezza, una partita piena di contatti ruvidi, dove dobbiamo farci trovare pronti. Dobbiamo alzare al massimo tutti i sistemi di protezione”. Magari sfruttando l’entusiasmo dell’ultimo arrivato Ryan Boatright: “Non so cosa aspettarmi, è il battesimo di uno straniero e di solito è sempre un punto interrogativo. Chiaramente non ci sarà una valutazione al termine della partita. Ha caratteristiche tali da far vedere buone cose in questo campionato. Può giocare in due ruoli, noi lo impiegheremo dove ci porterà la partita".

Da verificare, invece, le condizioni di Sandro Nicevic. Il centro croato è ancora in dubbio a causa di un problema muscolare che ormai lo tiene ai box da oltre un mese: "Per Nicevic la decisione è rimandata all’ultimo momento, com’è stato per Jasaitis la settimana scorsa”, ammette Di Carlo, che nel confronto del lituano spende come di consueto parole d’elogio: "La sua condizione sta migliorando. Rimane un giocatore importante per noi e se lunedì dovesse fare gli stessi minuti di domenica, state certi che li farà con una qualità diversa”. Ma le tegole in infermeria hanno colpito anche Bologna, in attesa di capire se Ray farà parte o meno della sfida: “Ma per loro un leader, un giocatore indiscutibile, penso che faranno di tutto per averlo a disposizione”, conclude il coach dell’Orlandina, che però assicura: "Noi saremo pronti in entrambi i casi”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php