Live Sicilia

pallanuoto

Derby alla Muri Antichi
K.o. Telimar e Catania


Articolo letto 11.350 volte

Il riepilogo degli impegni delle siciliane di Serie A2. Bilancio, nel complesso, negativo per le formazioni dell'Isola.

VOTA
5/5
2 voti

PALERMO - Altra giornata deludente per le siciliane, perdono Telimar e Nuoto Catania, mentre i Muri Antichi trionfano nel derby con la 7 Scogli.

Il Telimar, come nella scorsa partita, convince nei primi due tempi, ma alla fine il Salerno ha la meglio e vince 10-7. I palermitani iniziano bene, segnano il primo gol della partita e chiudono il primo parziale con la propria porta inviolata. Nel secondo periodo il Salerno comincia ad aumentare la pressione, realizza 4 gol, ma il Telimar riesce a mantenere la partita sul pari , realizzando una tripletta che fissa il risultato sul 4-4 prima del riposo. Dopo il cambio di campo però i padroni di casa appaiono più convinti, vogliono questa vittoria per rimanere sulla scia dell’Arechi, ed iniziano a spingere sull’acceleratore, prima si portano avanti di un gol (7-6) e nell’ultimo quarto mettono il risultato al sicuro con una tripletta, lasciando poco spazio alla replica del Telimar, che deve arrendersi al definitivo 10-7. Sconfitta che lascia il Telimar bloccato a quota 8 punti, adesso i palermitani dovranno resettarsi e ripartire per uscire da questo limbo che li vede a soli tre punti dai play out dopo queste due sconfitte consecutive.

Perde anche la Nuoto Catania, dopo aver disputato comunque un’eccellente partita in casa della Roma Nuoto, che vince sul filo del rasoio per 10-9. I rossoblu iniziano bene, coprono gli spazi e cercano di ripartire, mettono in difficoltà i romani, che alla fine del primo tempo si vedono bloccati sull’1-1. I catanesi continuano a far bene anche nel secondo periodo, i padroni di concedono qualcosina in più ed i siciliani raggiungono così per la prima volta nel match il vantaggio (2-3). Arrivati al terzo tempo, come è già accaduto in passato in questa stagione, gli etnei hanno un black out, iniziano a regalare troppo agli avversari, che non si lasciano pregare e piazzano una cinquina devastante per i siciliani, costretti a rincorrere adesso (7-4). A niente vale il tentativo di rimonta fatto nell’ultimo tempo, dove con un grande sforzo la Nuoto Catania riesce a segnare 4 gol, ma purtroppo perde 10-9, scivolando così al sesto posto in classifica.

I Muri Antichi invece si confermano i padroni dei derby, con tre vittorie su tre all’attivo, stavolta la vittima è stata la 7 Scogli, che ha lottato ma alla fine non è riuscita a colpire i catanesi. Gli etnei partono male, infatti subiscono il gioco degli aretusei, che riescono ad infliggere una doppietta ai padroni di casa nel primo tempo, lasciando inviolati i pali di Pipicelli. Nel secondo periodo si incomincia a vedere l’ombra della rimonta catanese, infatti i Muri Antichi riescono ad accorciare le distanze prima di andare al riposo (2-3), e successivamente, dopo il rientro in vasca, spiazzano la 7 Scogli con un poker, che fissa il parziale sul 6-3. I catanesi però accusano un calo di tensione che concede la possibilità agli aretusei di rientrare in partita, infatti gli ospiti cominciano a segnare e a credere nella rimonta, i Muri Antichi può riescono a riprendersi giusto in tempo e salvano il risultato vincendo 10-9, sorpassando così i cugini della Nuoto Catania e piazzandosi al quinto posto.

CAMPOLONGO HOSPITAL R.N. SALERNO – TE.LI.MAR 10-7

RN SALERNO: Noviello, De Luce 1, Priori, Lobov 3, Pasca, Pica 2, De Bellis 2, D'Angelo, Gallozzi 1, G. Parrilli 1, Spatuzzo, A. Parrilli, Ingrosso. All. Citro.

TELIMAR: Serrentino, R. Di Patti, Galioto 2, F. Di Patti 2 (due rig), Lo Dico, D'Aleo, Trebino, D. Geloso, Locascio 3, Calabrese, C. Geloso, Giliberti. All. Quartuccio.

Arbitri: Boccia e Caputi

Note. parziali 0-1, 4-3, 3-2, 3-1. Nessuno uscito per limite di falli. Espulso per proteste Lobov (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Salerno 6/8 + un rigore fallito (fuori) da D'Angelo nel terzo tempo, Telimar 0/4 + due rigori. Spettatori 350 circa.

POL. MURI ANTICHI – C.C. 7 SCOGLI 9-8

POL. MURI ANTICHI: Vittoria, Scebba 2, Scuderi 3, Marchese 1, Barbaric 1, Reina, Scirè, Mannino, Cassone, Indelicato 2, Paratore, Muscuso, Zappalà. All. Maugeri.

CC 7 SCOGLI: Pipicelli, Lisica 2 (un rig), Dainese 1, Giacoppo, Tagliaferri, Cappuccio, Bordone 1, Messina 1, Toldonato, Zovko 2, Cusmano, Giuliano, Morachioli 1. All. Baio

Arbitri: Cirillo e Riccitelli

Note. parziali 0-2, 2-1, 4-0, 3-5. Usciti per limite di falli Cassone (MA) e Cusmano (7S) nel quarto tempo. Espulso Reina (MA) per proteste nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Muri Antichi 3/6, 7 Scogli 2/8 + un rigore . Spettatori 200 circa.

ROMA NUOTO – NUOTO CATANIA 10-9

ROMA NUOTO: Washburn, De Michelis Faraglia, Cariello, Gianni, Navarra 1, Spione 1, Moroni, Lapenna 2, Obradovic 2, Africano, Letizi, Faiella 4 (un rig). All. Fiorillo

NUOTO CATANIA: Pellegrino, Catania, Maiolino 1, La Rosa 1, Anfuso, Privitera, Torrisi 5, Condemi, Kacar 1, Parisi 1, Russo, Massa, Spampinato. All. Dato

Arbitri: L. Bianco e Zedda

Note. parziali 1-1, 1-2, 5-2, 3-4. Uscito per limite di falli Gianni (R) nel quarto tempo. Espulsi Africano (R) per proteste e La Rosa (C) per gioco scorretto entrambi nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Roma 5/8 + un rigore, Catania 7/11. Spettatori 200 circa.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php