Live Sicilia

serie d

Siracusa, serve più “cattiveria”
Il Due Torri all’esame Sarnese


Articolo letto 24.480 volte

Approfondimento settimanale sui sei club siciliani che militano nel girone I del massimo campionato dilettantistico in vista del ventiquattresimo turno.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Dopo aver chiuso la scorsa giornata di campionato con un bilancio tutto sommato positivo, le formazioni siciliane sono già a lavoro sui rispettivi campi d’allenamento per preparare i prossimi impegni. In particolare, nel 24° turno il programma prevede i due derby Noto-Leonfortese e Scordia-Marsala, mentre il Siracusa affronterà il Gragnano in trasferta ed il Due Torri sfiderà la Sarnese in casa.

Il Siracusa, reduce dal pari intero maturato con la capolista Frattese, ha ripreso la preparazione in vista della trasferta campana di sabato. Tutti a disposizione del mister Sottil, il quale però metterà sotto la lente d’ingrandimento i problemi di incisività in fase offensiva che probabilmente sono costati una vittoria importante contro i Nerostellati. In questi giorni, infatti, il pensiero fisso del tecnico dei leoni è quello di fare uscire la “cattiveria” agonistica dei suoi uomini per attaccare gli spazi e concludere a rete con maggiore cinismo. La vetta della classifica non è lontana, dista solo 4 punti, e nei prossimi due impegni con Gragnano e Scordia sarà necessario ottenere il massimo per continuare a coltivare il sogno promozione.

A tenere banco la prossima domenica, però, sarà certamente la sfida tutta siciliana tra Noto e Leonfortese. Due formazioni che stanno ben figurando fin qui, soprattutto i biancoverdi che, forti di ottime prestazioni anche lontano dal “Comunale” di Leonforte, stanno cercando di ritagliarsi uno spazio per i playoff. Capaci di fare la voce grossa anche contro le cosiddette “grandi”, i leoni sono dunque una squadra temibile in ogni occasione, ma non dovranno commettere l’errore di sottovalutare i granata: dopo aver fluttuato nella prima parte di campionato in zone meno tranquille di classifica, infatti, gli uomini di mister Cacciola adesso vivono un buon momento di forma e sono risaliti fino alla 10ª posizione. Ci si aspetta, quindi, una partita combattuta e spettacolare.

L’altro derby di giornata, invece, vede protagoniste lo Scordia ed il Marsala. I rossoblu sono ancora al penultimo posto in classifica, ma la sensazione è che dalla pausa invernale qualcosa sia cambiato in meglio, grazie anche agli acquisti portati a termine dalla società che hanno di fatto prodotto due pareggi ed una vittoria: tra i nomi approdati a Scordia c’è soprattutto quello del centrocampista Mimmo Provenzano, il quale sente particolarmente la prossima partita avendo giocato con la maglia del Marsala tutto il girone d’andata. Sarà un match aperto ad ogni pronostico, con entrambe le squadre affamate di vittoria, di 3 punti preziosissimi in chiave salvezza. Per lo Scordia permane il dubbio Mascara, tenuto a riposo dal tecnico Serafino dopo il problema muscolare accusato a Rende, mentre per il Marsala torna a disposizione Gianmarco Corsino, il quale ha scontato il turno di squalifica. Vedremo chi riuscirà ad alzare la testa e ad uscire dal tunnel.

Spazio, infine, al Due Torri, chiamato ancora una volta a risollevarsi da un periodo non certo brillante. Per i pirainesi, che ospiteranno la Sarnese, si tratta ancora una volta di affrontare un vero e proprio esame: “rimandata” con l’Aversa, la Gelbison ed il Noto, la formazione di Venuto è stata appena sufficiente con Reggio Calabria e Agropoli. Un trend che non rende giustizia alla splendida cavalcata del girone di andata del Due Torri, che però si è sempre dovuta confrontare con lo scarso bilancio realizzativo: se da una parte è vero che la difesa dei biancorossi è la meno battuta del torneo, è altrettanto vero che il loro attacco ha fatto esultare i tifosi solo 13 volte in 21 partite disputate. Decisamente troppo poco per puntare a qualcosa di più importante della semplice salvezza.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php