Live Sicilia

lega pro

Akragas tra novità e stadio
Ora si pensa all'illuminazione


Articolo letto 16.402 volte

Dopo le parole dell'azionista di maggioranza Giavarini, il club biancazzurro prova a guardare avanti. Si cerca di risolvere l'annoso problema dell'"Esseneto".

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Nonostante le notizie non rassicuranti arrivati dal patron Giavarini, che di fatto si sta delineando lasciando a Di Giacomo e Tirri il compito di seguire l’Akragas per conto dell’azionista di maggioranza che ha annunciato uno stop ai finanziamenti che superano la sua quota, nella società agrigentina c’è spazio per le buone notizie: stando all’incontro chiarificatore tra Comune di Agrigento e dirigenza infatti, l’annoso problema dell’illuminazione dell’Esseneto sta per essere risolto.

L’impianto verrà realizzato formalmente dalla società sportiva che si farà carico del mutuo, con il Comune come garante. A breve dovrà essere realizzato il progetto che dovrà portare all’inizio dei lavori prima della data oltre la quale non si può andare, stando al regolamento della Lega, quella del 31 marzo. Buone notizie arrivano anche dal campo con Rigoli che sta lavorando nella sua prima settimana intera da allenatore dell’Akragas, alla sfida contro Cosenza. Lavorano ancora a parte Capuano, Marino e Lovric, non si escludono quindi soluzioni alternative per il mister pugliese nella partita di sabato.

Le notizie liete arrivano dall’attacco, dove Rigoli sembra aver ritrovato l’armonia tra Di Piazza e Madonia, con molta probabilità titolari nella sfida contro i calabresi, impegnati oggi nel recupero della gara contro il Martina Franca. Le vicende societarie non giovano al mercato che sembra adesso una fase di stallo quando mancano pochi giorni alla conclusione. Se difesa e centrocampo sembrano ormai al completo, qualche ritocco dovrà essere apportato in attacco. L’entusiasmo ad Agrigento per la vittoria contro il Monopoli, alla prima di Rigoli, è alle stelle: prevista affluenza consistente allo stadio Esseneto per la prossima partita interna che dovrà sfatare il tabù dello stadio agrigentino, dove l’Akragas non ha mai vinto quest’anno.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php