Live Sicilia

calcio - lega pro

Akragas, la gioia di Rigoli:
"Vittoria frutto dei sacrifici"


Articolo letto 17.664 volte

Il tecnico, al ritorno sulla panchina del Gigante, mostra grande orgoglio per la prova e per i tre punti raccolti sul campo del Monopoli. Grande soddisfazione anche per il portiere Vono e per Salandria.

VOTA
3/5
2 voti

AGRIGENTO - Comincia nel migliore dei modi il nuovo corso di Pino Rigoli sulla panchina dell’Akragas, una squadra in crisi di risultati che non vinceva da quasi un girone: l’ultima vittoria risaliva infatti al 17 ottobre contro la Paganese, solo due partite dopo la vittoria contro Monopoli dell’andata (unica squadra battuta due volte dai biancazzurri). Tra i più soddisfatti c’è l’allenatore messinese, emozionato al suo ritorno ad Agrigento e accolto da eroe nella Città dei Templi, come un padre che ritorna a casa dopo una lunga assenza. «È davvero importante uscire da questo campo tra gli applausi – commenta il tecnico a fine partita – questo ci rende felici, ci inorgoglisce. Il merito di questa vittoria è dei sacrifici che hanno fatto tutti in questi giorni, anche quelli fatti da chi non ha giocato o chi ha giocato meno. Abbiamo fatto un buon lavoro in questi pochi giorni (3) che abbiamo avuto per preparare la partita. Voglio fare i complimenti ai miei ragazzi».

A fine partita il nuovo mister fa anche un appello ai tifosi per la prossima partita interna contro il Cosenza: «Voglio vedere tutti i tifosi all’Esseneto, abbiamo bisogno del vostro sostegno». Il tecnico è riuscito infatti a far ritornare l’entusiasmo ad Agrigento già dal suo primo ingresso all’Esseneto, dove i più anziani hanno applaudito tra le lacrime il ritorno del mister più amato degli ultimi anni. Conferma sin dal primo minuto è il giovane portiere Alessandro Vono, preferito dal nuovo mister a Maurantonio, reo di errori imperdonabili nell’ultima partita contro Matera.

Il sorriso di Vono a fine partita e il suo volto rilassato, spiegano bene l’umore della squadra: «Siamo molto felici del risultato – spiega il portiere a fine partita - lavoriamo duro da mesi ma i punti non arrivavano, adesso siamo riusciti a ottenere una grande vittoria. Un grazie va anche a Legrottaglie che è parte di questa vittoria, siamo dispiaciuti di come sia andata la sua avventura su questa panchina ma rimarremo sempre legati a lui».

Tra i giovani che più si sono distinti nel girone di andata nonostante i risultati avversi c’è sicuramente Salandria: «sono soddisfatto per il gruppo – commenta a fine partita l’esterno - meritavamo questa vittoria, questi tre punti ci servivano. Ci dispiace per Legrottaglie ma adesso abbiamo iniziato un nuovo corso con Rigoli».

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php