Live Sicilia

lega pro

Messina, vietato sbagliare
In porta ci sarà Addario


Articolo letto 2.837 volte

Continua il silenzio stampa della squadra giallorossa. Di Napoli, sempre in attesa della sentenza legata allo scandalo "Dirty Soccer", vuole una prova gagliarda per cancellare la sconfitta interna col Benevento. Sulla panchina dell'Ischia mister Di Costanzo.

VOTA
0/5
0 voti

MESSINA - Scrollarsi di dosso le scorie della pesante manita subita contro il Benevento e ripartire a caccia di punti salvezza. Questa è la mission del Messina di Arturo Di Napoli, che già venerdì sera ha raggiunto il ritiro di Mercato San Severino prima di prendere il traghetto con direzione Ischia, dove domani scenderà in campo alle ore 14. A guidare i suoi ragazzi dalla panchina del "Mazzella" ci sarà Arturo Di Napoli, visto che la decisione della Corte Federale circa la sua eventuale squalifica è stata posticipata alla prossima settimana. Il tecnico milanese può dunque tirare un piccolissimo sospiro di sollievo, perchè tra la gara di domani e quella interna contro il Monopoli, il Messina si gioca molte delle sue ambizioni di salvezza.

Capitolo formazione: nonostante il caso Berardi sia rientrato, a difendere i pali peloritani ci dovrebbe essere Addario. Re Artù però può sorridere visto il recupero di Parisi che domani dovrebbe riprendere il suo posto al centro della difesa insieme a Burzogotti, con il conseguente ritorno di Martinelli a destra mentre De Vito è confermato a sinistra. A centrocampo solito trio formato da Baccolo davanti alla difesa con Giorgione e Fornito chiamati a dare corsa e qualità alla mediana. In avanti la novità potrebbe essere rappresentata dall'impiego di Salvemini, in vantaggio su Barraco e Leonetti per sostituire l'infortunato Padulano, mentre dovrebbero essere confermati Gustavo e Tavares.

Sfida amarcord anche per tre componenti dell'Ischia, a partire dal tecnico Nello Di Costanzo che domani farà il suo esordio sulla panchina campana prendendo il posto di Leonardo Bitetto. Il tecnico di Acerra ha guidato per ben due volte in carriera i siciliani, l'ultima proprio sul finire della passata stagione, esperienza conclusa però con l'amara retrocessione nel playout con la Reggina. Tra le fila campane presenti anche altri due ex, cioè Rino Iuliano e Luca Orlando.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php