Live Sicilia

basket

Orlandina in crollo verticale
A Cantù ennesima ripassata


Articolo letto 5.168 volte

Il roster di Di Carlo rimedia una scoppola dalle proporzioni difficilmente pronosticabili alla vigilia. Un incubo senza fine, il percorso verso la salvezza si complica.

VOTA
0/5
0 voti

CANTÙ (COMO) - Segnate otto. Come le sconfitte consecutive dell’Orlandina i campionato. Come i punti in classifica che relegano la squadra di coach Di Carlo all’ultimo posto. Il girone di ritorno si apre alla stessa maniera in cui i biancazzurri hanno chiuso quello d’andata, ovvero con una sconfitta che complica ulteriormente la corsa alla salvezza. Cantù, rivitalizzata dagli innesti di Fesenko (12 punti in 26 minuti) e Ukic (5 punti e 6 assist), non sfigura al Pianella, infliggendo un eloquente 84-56 ai malcapitati orlandini. Esordio agrodolce per Keaton Nankivil, che chiude il proprio match con 9 punti in 25 minuti di gioco. Ancora fuori Nicevic, costretto ai box da un infortunio muscolare, così come Jasaitis, per il quale c’era ottimismo alla vigilia dopo averlo tenuto a riposo contro Pistoia. Le sconfitte di Torino e Bologna mantengono la quota salvezza a soli due punti di distanza, ma l’impressione data da questa Orlandina è sconfortante. Non tanto per l’ennesima sconfitta, quanto per la larghezza del punteggio, con un attacco mostratosi ancora una volta incapaci di arrivare anche solo a sessanta punti. Veramente troppo poco per sperare in un repentino cambio di rotta.

Stojanovic dalla lunetta risponde al primo canestro del match di Tessitori, dando all’Orlandina il primo e unico pareggio della serata. Da lì in poi è fuga: parziale 8-0 con due triple di Heslip, ancora l’americano dall’arco per il +11 dopo il canestro da sotto di Bowers, che riesce a tenere si suoi a cinque lunghezze di distanza dando seguito ai due liberi di Perl con un piazzato dalla media. Cantù colpisce ancora dall’arco con Hodge, che apre un personalissimo parziale 7-0 e allarga ulteriormente la forbice tra le due squadre. Nankivil mette a referto dalla linea della carità i suoi primi punti italiani, ma alla prima sirena Capo d’Orlando è sotto di dieci. Laquintana da sotto e Basile da tre riducono il divario a due soli possessi ad inizio secondo quarto, salvo vedersi punire ancora da Hodge dall’arco. Stavolta l’Orlandina lotta e cerca di restare sotto la doppia cifra di svantaggio, resistendo però fino a due minuti dalla sirena. Hodge e Abass centrano il jolly dall’arco per il +16, ancora il talentino azzurro da sotto risponde all’1/3 di Ilievski in lunetta per il +17 e all’intervallo lungo Cantù vola sul 42-25.

Venticinque punti in due quarti danno il sapore della lenta agonia per l’Orlandina, che torna sul parquet quasi del tutto svuotata. Due lampi di Oriakhi per il -13, poi il vuoto. Cantù confeziona un parziale 11-0 e supera ampiamente le venti lunghezze di vantaggio, Nankivil da sotto interrompe il digiuno degli ospiti che però si perdono Abass dalla linea dei tre punti per il 59-34. I padroni di casa vanno a segno solo con Fesenko in lunetta da qui alla terza sirena (3/4 per il lungo), mentre Perl e Bowers cercano di reagire attaccando il ferro. Il tabellone però recita +24 Cantù, con dieci minuti da giocare, e al Pianella non ci sono sentori di miracoli, men che meno senza Jasaitis in campo. Wojciechovski in lunetta fa +25, Bowers risponde da sotto e Heslip prosegue la sua ottima serata dall’arco (4/6 per lui dalla lunga distanza) con la tripla del +26. Anche Wojciechovski si iscrive al three point shooting contest e con i liberi di Abass si scavalcano le trenta lunghezze di distanza. Cinque minuti di gioco e la partita è di fatto conclusa. Il commento del garbage time riservato a Zugno e Cesana è superfluo. Cantù chiude la contesa 84-56, l’Orlandina resta un’incognita che probabilmente neanche Darius Washington sarà in grado di risolvere.

ACQUA VITASNELLA CANTU’-BETALAND CAPO D’ORLANDO 84-56 (22-12, 42-25, 62-38)

CANTU’ - Abass 13, Heslip 16, Johnson 8, Tessitori 6, Hodge 18, Ukic 5, Zugno, Wojciechovski 6, Cesana, Fesenko 12. Allenatore: Bazarevich.

ORLANDINA - Stojanovic 10, Ilievski 1, Perl 4, Bowers 8, Oriakhi 11, Galipò ne, Ihring ne, Basile 3, Laquintana 10, Munastra ne, Albo ne, Nankivil 9. Allenatore: Di Carlo.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php