Live Sicilia

lega pro

Pancaro vuol vedere progressi:
"Catania, serve continuità"


Articolo letto 1.644 volte

Le parole del tecnico rossoazzurro alla vigilia del match interno contro il Monopoli.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Il Catania inizia domani il girone di ritorno con il preciso intento di dare al più presto una sterzata decisiva al proprio cammino in campionato. L'obiettivo minimo resta sempre quello della permanenza in categoria ma potenzialità tecniche della squadra allenata da Pippo Pancaro inducono ad un pacato ottimismo in riferimento al possibile inserimento nella lotteria play-off. L'allenatore rossazzurro, però, preferisce guardare avanti senza sbilanciarsi, affrontando una partita alla volta con l'obiettivo di raccogliere sempre il massimo. Per la gara di domani non sono stati convocati l'infortunato Parisi e gli squalificati Lulli e Musacci mentre per l'ultimo arrivato, Pessina, si attende ancora l'ufficializzazione del trasferimento. In difesa, dovrebbe essere Ferrario a far coppia con Pelagatti, considerate le condizioni non perfette dell'acciaccato Bergamelli.

"Il Monopoli è una buona squadra che gioca a calcio, non specula, ha due attaccanti forti come Gambino e Croce - ha sottolineato Pancaro nella consueta conferenza stampa pre gara - ma dai miei ragazzi mi aspetto continuità di rendimento per ottenere il massimo dalla partita di domani da sfruttare per allontanarci definitivamente dalla zona a rischio della classifica. Sarà il gioco sulle fasce la nostra arma in più così com'è fatto nel finale del match disputato la scorsa settimana ad Andria. Ormai abbiamo una fisionomia di gioco ben precisa che non cambiamo. Per uno spezzone di gara, non escludo di utilizzare Plasmati che sta meglio fisicamente e può darci un grande contributo in questa seconda fase del campionato. Stesso discorso vale per Calderini che mi offre possibilità di scelta. Sono contentissimo del recupero di Castiglia e dell'arrivo di Di Cecco: entrambi sono elementi utilissimi per il nostro centrocampo, così come Agazzi e lo stesso Scarsella".

Tutti gli avversari moltiplicano gli sforzi quando affrontano il Catania. "Sì, lo sappiamo bene ma ci siamo ormai abituati a questa forma mentis. Affrontiamo una partita alla volta cercando di ottenere sempre il massimo. Abbiamo grande rispetto degli avversari ma cerchiamo di esaltare le nostre qualità per imporci".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php