Live Sicilia

pallanuoto - serie a2

Derby etneo, vince Muri Antichi
Pari Telimar, 7 Scogli ok


Articolo letto 14.010 volte

Il punto sulla sesta giornata del campionato cadetto. Cade il Nuoto Catania nella prima stracittadina stagionale, gli aretusei passano sul Tgroup Arechi mentre i palermitani vengono bloccati dalla Promogest.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Anche la sesta giornata del girone sud di A2 è terminata, il Telimar non va oltre il pari contro la Promogest, mentre a sorpresa i Muri Antichi si aggiudicano il derby di Catania, ed infine la 7 Scogli ottiene un’importantissima vittoria contro l’Arechi.

Partita giocata discretamente dal Telimar, che riesce a conquistare un punto fuori casa al termine di un incontro molto equilibrato. Le due squadre iniziano con un approccio difensivo, cercano di non scoprirsi troppo e di chiudere gli spazi, e dopo un paio di botta e risposta il primo tempo si conclude con il punteggio di 2-2. La Promogest prova ad emergere e riesce, con molta fatica, a segnare una doppietta, dopo però si chiude molto bene e concede soltanto una rete ai palermitani, che si trovano così sotto di uno prima del cambio di campo (4-3). Il Telimar comincia a spingere per tentare di recuperare il gol di svantaggio, piazza una buona tripletta che gli permette di riequilibrare il risultato (6-6), provando in questo modo l’affondo finale nell’ultimo quarto di gioco, ma nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra e chiudono con un pari, che rispecchia perfettamente l’andamento del match.

Grande prestazione da parte dei Muri Antichi, che dominano per tre tempi la partita, ma si prendono qualche rischio nell’ultimo tempo, c’è invece aria di crisi nella Nuoto Catania, che non trova la vittoria dalla terza giornata e vede ridimensionati i propri obiettivi. I padroni di casa partono aggressivi, vogliono questa vittoria e lo dimostrano in campo, chiudendo il primo tempo in vantaggio 4-3. I Muri Antichi, sull’onda dell’entusiasmo, continuano ad attaccare, segnano una doppietta e lasciano davvero poco spazio alla Nuoto Catania, che appare stanca e priva di idee, infatti trafiggono solo una volta il portiere avversario nel secondo periodo, aumentando così il loro svantaggio (6-4). Dopo l’intervallo la storia non cambia, c’è solo una squadra determinata a vincere in campo, mentre l’altra sembra avere la testa altrove, i Muri Antichi non si lasciano scappare l’opportunità di poter aumentare ancora le distanze, e segnano altri 3 gol, che portano il risultato sul momentaneo 9-6. Dopo aver giocato tre tempi ad altissima intensità però i padroni di casa accusano stanchezza e la Nuoto Catania prova il tutto per tutto, cercando una straordinaria rimonta, segnano 2 gol, ma non bastano ed i Muri Antichi tirano un sospiro di sollievo e conquistano lo stracittadino 9-8, scavalcando in questa maniera i cugini in classifica.

Ottima, soprattutto nella prima metà di gara, la prestazione della 7 Scogli, che in casa si impone per 11-10 contro la seconda forza del campionato. Un segnale forte quello inviato dagli aretusei oggi pomeriggio, che si fanno strada per un posto tra le prime quattro, dopo aver conquistato il quarto risultato utile consecutivo.
I biancoblu partono fortissimi, e nei primi due tempi asfaltano i campani con un parziale di 10-2, facendo apparire gli ospiti non come un temibile avversario, ma come una squadra da retrocessione. Dopo l’intervallo però l’entusiasmo dei padroni di casa comincia a spegnersi, ed iniziano ad emergere i primi problemi, con l’Arechi che inizia a prendere campo e ad accorciare le distanze (11-5). Ultimo tempo da incubo per la 7 Scogli, che presa dalla paura non riesce più a segnare e concede troppe occasioni ai campani, rischiando così di perdere un match che sembrava già in tasca. Per fortuna l’Arechi segna “soltanto” 5 gol nell’ultimo quarto e i biancoblu possono sorridere per i tre punti.

POL. MURI ANTICHI – NUOTO CATANIA 9-8
POL. MURI ANTICHI: Vittoria, Scebba 1, Scuderi 3, Marchese 1, Barbaric 2, Reina, Scirè 1, Mannino, Cassone,
Indelicato, Paratore, Muscuso 1, Caltabiano. All. Maugeri.
NUOTO CATANIA: Spampinato, Catania 1, Maiolino, La Rosa, Sparacino, Privitera, G. Torrisi 2, Condemi, Kacar 1,
Parisi 1, Russo, Massa 3, Pellegrino. All. Dato.
Arbitri: Ercoli e Roberti Vittory
Note. parziali 4-3, 2-1, 3-2, 0-2. Usciti per limite di falli Paratore (MA) e Kacar (C) nel terzo tempo, Maiolino (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Muri Antichi 7/15, Catania 2/8. Spettatori 500 circa.

PROMOGEST – TE.LI.MAR 8-8
PROMOGEST: Bartolucci, Maresca, Guidi, Rinaldi 2, Curgiolu, Fois, Pagliara, Vuleta 2 (un rig), Namar, Calli, Gaffuri
1, Baldinelli 3, Deidda. All. Pettinau.
TELIMAR: Serrentino, R. Patti, Galioto, F. Di Patti 4, Lo Dico, D'Aleo, Trebino, Geloso, Locascio 1, Calabrese 1,
Fabiano 2, Giliberti, Radicelli. All. Quartuccio.
Arbitri: Luciani e Riccitelli
Note. parziali 2-2, 2-1, 2-3, 2-2. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Prmogest 3/8 + un rigore, Telimar 2/8. Spettatori 150 circa.

C.C. 7 SCOGLI – TGROUP ARECHI 11-10
CC 7 SCOGLI: Pipicelli, Lisica 3 (un rig), Dainese, Giacoppo, Tagliaferri, Denaro, Bordone 2, Messina 3, Toldonato
1, Zovko, Cusumano 2, Migliore, Morachioli. All. Baio.
TGROUP ARECHI: D. Busà, Sanges, Giordano 3, G. Esposito, Brgulian 2, C. Esposito, Simonetti 3, Ferrigno, R. Busà, De
Rosa, Baldi, Storniello, Postiglione 2. All. Grieco.
Arbitri: L. Bianco e Iacovelli
Note. parziali 5-1, 5-1, 1-3, 0-5. Uscito per limite di falli Simonetti (A) nel quarto tempo. Espulsi per proteste
Ferrigno (A) nel secondo tempo e Pipicelli (7 S) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: 7 Scogli 4/11 + un rigore, Arechi 3/12 . Spettatori 200 circa.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php