Live Sicilia

calcio - serie a

Ballardini rinuncia a Sorrentino
A Verona out anche Gilardino


Articolo letto 21.600 volte

Potrebbero far discutere le scelte fatte dal tecnico ravennate, in vista della delicata trasferta di Verona. Scelte non tecniche alla base dell'esclusione del portiere e capitano rosanero, niente maglia da titolare per il bomber biellese, a rischio anche Chochev.

VOTA
3.4/5
5 voti

COCCAGLIO (BRESCIA) - Le scelte di formazione fatte da Ballardini contro la Fiorentina rischiano di non essere le ultime a far storcere il naso. Se contro i viola il tecnico ravennate stupì il pubblico del “Barbera” rinunciando a Gilardino sin dal primo minuto, adesso potrebbe addirittura rinunciare al portiere titolare, nonché capitano, Stefano Sorrentino. Le motivazioni, a differenza di quanto accaduto lo scorso 6 gennaio, non sono certo di natura tecnica. E i cambi potrebbero non vedersi solamente in porta, dove si fa sempre più largo la candidatura di Colombi ad una maglia da titolare, per la seconda volta in campionato. La situazione resta in evoluzione, anche perché il presidente Maurizio Zamparini starebbe cercando di convincere il proprio tecnico a mantenere Sorrentino nell'undici titolare.

Nonostante l’evidenza data dal secondo tempo con la Fiorentina, anche Gilardino sembra destinato ad una nuova panchina. Stavolta non per riproporre l’attacco senza punte visto nell’1-3 casalingo contro la squadra di Paulo Sousa, ma col rilancio nell’undici iniziale del giovane serbo Djurdjevic. In panchina, inoltre, il Palermo avrà Arteaga, convocato per la prima volta dal suo acquisto. Il resto della linea d’attacco sarà composta da Trajkovski e Vazquez, come di consueto. Un altro cambio, inoltre, potrebbe giungere a centrocampo, con Chochev penalizzato dalle ultime prestazioni e a rischio panchina.

Un uomo in meno in mediana che diventerebbe il preludio all’ennesimo cambio tattico. Ballardini appare infatti orientato a schierare il suo Palermo con la difesa a tre per la sfida decisiva di Verona: uno schieramento già provato dal tecnico ravennate nella ripresa del match contro la Fiorentina, ma soprattutto col quale la squadra ha dimostrato più volte di avere maggiore dimestichezza, essendo il modulo adottato da Iachini. Ma più dei numeri e dei moduli, iniziano a far preoccupare gli uomini. Non bastassero gli epurati, adesso arrivano nuove esclusioni a far riflettere.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php