Live Sicilia

calcio - serie a

Palermo, Cristante si presenta:
"Niente proclami, qui per salvarmi"


Articolo letto 2.404 volte

Prime dichiarazioni da giocatore rosanero per il centrocampista classe 1995, il quale fa capire di voler dare il massimo per aiutare la sua nuova squadra a raggiungere l'obiettivo stagionale, a partire dalla sfida di Verona.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Primo giorno da giocatore del Palermo per Bryan Cristante, che ancora non ha potuto ricevere l'abbraccio della piazza, ma ha già iniziato il lavoro a Coccaglio agli ordini di Davide Ballardini. Il primo colpo a centrocampo per i rosa in questa sessione invernale, dopo la cessione di Rigoni e l'esclusione di Mareca, che permetterà così al tecnico ravennate di avere un regista da sistemare davanti alla difesa. Il giocatore, giunto dal Benfica in prestito con diritto di riscatto, può finalmente tornare a calcare i campi della Serie A: "Ringrazio il presidente Zamparini per questa opportunità, sono felicissimo di arrivare in un club prestigioso e sono pronto per giocare. E’ stata una trattativa veloce, quando sono stato informato dell’interessamento del Palermo ho accettato senza alcuna esitazione".

Una chance importante per il giovane centrocampista classe 1995, dopo un anno e mezzo vissuto più in panchina che in campo a Lisbona, col Benfica: "Dopo l’esordio in serie A con il Milan l’esperienza in Portogallo mi ha aiutato a crescere sia come uomo che come calciatore. Sono carico per il ritorno nella massima serie italiana e sono convinto di poter fare bene e di dare il mio contributo alla squadra". A Palermo, il prodotto del vivaio del Milan dovrà giocarsi il posto con Jajalo e con Brugman in cabina di regia: "La concorrenza non è mai un problema, al contrario è un ulteriore stimolo a far bene e nel nostro centrocampo c’è tanta qualità".

Sotto dunque con la nuova avventura in maglia rosanero e con un solo traguardo in mente, quello di mantenere la categoria anche per la prossima stagione: "Il nostro obiettivo è quello di raggiungere il prima possibile la salvezza - assicura il giovane centrocampista - e siamo assolutamente convinti di riuscire a centrarlo, c’è ancora un intero girone di ritorno per combattere e dare il massimo domenica dopo domenica già dalla gara contro l’Hellas, una sfida importantissima per la nostra stagione da provare a vincere a tutti i costi". Il tutto in attesa del primo impatto con la piazza palermitana: "Io sono un friulano e questa è la mia prima esperienza al sud, non sono mai stato a Palermo ma sono consapevole di arrivare in una città stupenda ed in una piazza calcistica passionale e calorosa. Non è mia abitudine fare proclami ma ai tifosi rosanero posso solo garantire che darò tutto me stesso per onorare la maglia rosanero”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php