Live Sicilia

serie a

Palermo punito dalle ingenuità
Con l'Inter la difesa può cambiare


Articolo letto 2.222 volte
difesa, iachini, palermo, palermo calcio, palermo inter, serie a, zamparini
Beppe Iachini in allenamento

Iachini pensa all'inserimento di Bamba ed è in attesa del completo recupero di Gonzalez. In attacco funziona la coppia sudamericana Vazquez-Dybala, ma Belotti scalpita.


PALERMO - Le disattenzioni e le ingenuità fanno parte della vita, del gioco, e allora bisogna accettarle, ma senza quelle, il Palermo avrebbe almeno tre punti in più. Tutto parte dalla difesa, quella difesa già bucata tre volte e che non è più il punto forte del Palermo, come nello scorso campionato. Tre distrazioni e tre gol: Gastaldello, Toni, Gomez, totale? In classifica un solo punto. Ed è vero che il Palermo ha giocato una buona partita, ma nel calcio, si sa, le prestazioni contano relativamente.

E soprattutto contano poco anche per Maurizio Zamparini. Anche se le intenzioni dichiarate dal patron rosanero sono quelle di proseguire con Beppe Iachini, non sono da escludere ribaltoni se non dovessero arrivare i risultati. Iachini però deve combattere principalmente contro il calendario: nelle prossime tre partite, infatti, i rosanero dovranno giocare contro Inter, Napoli e Lazio. Tre big per un Palermo che non si è ancora amalgamato ai ritmi della serie A. Il patron invita alla calma, rassicura il proprio tecnico affermando che "sarebbe confermato anche se ne perdesse cinque di fila", ma i repentini cambiamenti dell'imprenditore friulano sono ben noti e perciò al Palermo servono i risultati per mantenere la massima serie.

Un campionato che conosceva benissimo, tanto che qualche anno fa la sfida all’Inter – in un Barbera gonfio di grinta ed entusiasmo – non avrebbe fatto paura. Ma ora è tutto diverso. E allora la gara di domenica sera diviene particolarmente difficile per vari motivi: pressione, timore, e un’Inter che sembra avere trovato un nuovo equilibrio dopo un anno di transizione con Mazzarri in panchina. Iachini deve inventarsi qualcosa, soprattutto in difesa. Il reparto non pare offrire garanzie adeguate agli impegni che lo aspettano, Feddal non è apparso integrato nei meccanismi del tecnico ascolano e manca un perno come Munoz, giocatore che riesce spesso a guidare la retroguardia rosanero. L’argentino anche contro l’Inter non ci sarà, ma Iachini spera di recuperare Gonzalez, il difensore costaricano che continua a svolgere lavoro con i fisioterapisti, ma che potrebbe tornare arruolabile contro i nerazzurri. Di certo, o quasi, c’è che dovrebbe giocare Bamba, al posto proprio di Feddal.

E poi potrebbero esserci cambiamenti anche sulle fasce. Dovrebbe essere a disposizione il brasiliano Emerson, così come Lazaar che ormai è pienamente ristabilito. Emerson è un terzino sinistro, ma ha dichiarato di saper giocare anche a destra. Non è assolutamente detto che ci giocherà, ma visto il possibile ritorno da titolare di Lazaar, l’unico posto disponibile potrebbe essere quello, Pisano e Morganella permettendo.

Da non tralasciare il solito dilemma legato al reparto offensivo. Tutti reclamano Belotti, eppure il Palermo in attacco non ha affatto giocato male. Due gol a firma di Dybala e Vazquez, e varie occasioni create, seppur non concretizzate. Roba che due anni fa – nel campionato della retrocessione – era merce rara. E' vero che il Gallo meriterebbe più spazio ma Iachini, anche contro l’Inter, al momento sembra orientato a confermare il duo sudamericano.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php