Live Sicilia

calcio - serie a

Iachini: "Sconfitta immeritata"
Mandorlini: "Vinta gara complicata"


Articolo letto 3.003 volte

Il tecnico rosanero e l'ex centrocampista del Chievo non nascondono la loro delusione per la sconfitta del "Marcantonio Bentegodi" contro il Verona. A caldo, i due hanno espresso il loro stato d'animo dopo il 2-1 inflitto da Toni e compagni.


PALERMO - È un rammarico condiviso quello dello spogliatoio del Palermo. Il rammarico per una sconfitta immeritata, per la seconda partita che ha visto i rosa perdere punti per un’ingenuità. Poteva finire 1-2, invece è finita 2-1: uno schiaffo che può servire alla crescita di una squadra giovane, nonostante tutto. Ne è convinto Giuseppe Iachini, che non nasconde la propria delusione nel post-partita: "Peccato, perché avevamo in pugno la partita e l'abbiamo complicata con due ingenuità - ha detto il tecnico a Sky Sport -. Il campo comunque era difficile di suo, e noi abbiamo interpretato bene la partita. Tra Sampdoria e Verona meritavamo qualche punto in più, ma gli errori ci serviranno per crescere velocemente e capire che agli avversari non si possono dare vantaggi di questo tipo”.

Vantaggi nati da degli errori difensivi, senza dubbio, ma non sono le sbavature del reparto arretrato a preoccupare Iachini: "Dobbiamo essere più bravi nel dettare bene l'ultimo passaggio, i ragazzi sono giovani e hanno margini di crescita importanti. Penso a Vazquez, Dybala o lo stesso Belotti. Lavoreremo ancora su questi atteggiamenti, perché ci permetteranno in futuro di crescere meglio”. Tanta fiducia, dunque, nonostante la beffa del Bentegodi firmata da Toni e compagni.

Il rammarico si trasforma in rabbia vera e propria invece per Luca Rigoni, per la prima volta a Verona dal suo addio al Chievo, che intervistato da Mediaset Premium non usa mezze misure per descrivere il suo stato d’animo: “Siamo incazzati neri per questo risultato, non si possono buttare via questi punti in serie A. Quando sbagli così, ti fanno subito gol. Adesso si pensa subito all’Inter, dobbiamo migliorare”. Una rabbia che nasce dalla voglia di portare a casa i tre punti: “Pensavamo di poterla vincere, di fare il secondo gol senza subire il 2-1. Siamo una neopromossa e dobbiamo ancora crescere”.

Entusiasmo sul fronte veronese, dopo il primo successo in campionato. Così Andrea Mandorlini: "E' stata una gara complicata, con non poche difficoltà create dal Palermo. Anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni, tuttavia abbiamo faticato parecchio. I nuovi ancora devono inserirsi, ci vuole del tempo. Riuscire a vincere gare di questo tipo è un ottimo segno, sono tre punti molto preziosi".

Tra i protagonisti più attesi, Luca Toni ha timbrato il cartellino anche questa sera: "Riuscire a segnare contro le ex squadre è una fortuna per chi ha girato tanto come me: significa che ho parecchie chances di buttarla dentro. Era una gara contro una formazione che come noi lotterà per la salvezza e abbiamo avuto il merito di portare a casa l'intera posta. Il gioco non è stato dei migliori, ma con diversi calciatori nuovi è difficile riuscirsi a integrare subito".

Così, infine, Tachtsidis: "Lo ha detto prima anche il mister, abbiamo faticato con una squadra che ci ha messo in difficoltà. Per noi sono tre punti in chiave salvezza, non importa come sono arrivati. Il campionato è lungo e sfruttare occasioni come questa diventa fondamentale. La strada è ancora in salita ma vincere questa gara può darci fiducia".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php