Live Sicilia

serie b

Ultima chiamata per Pellegrino
Trapani a caccia di conferme


Articolo letto 1.866 volte
boscaglia, pellegrino, perugia-catania, serie b, trapani-cittadella
Impegni delicati per Catania e Trapani

Impegni delicati per le due siciliane impegnate nel campionato cadetto. I rossazzurri al "Curi" cercano la prima affermazione per riprendere il cammino verso la A e salvare il tecnico. Al "Provinciale" arriva il Cittadella, una delle sorprese di quest'inizio di stagione. Ma i granata vogliono continuare a stupire.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La serie B torna a giocare al sabato pomeriggio. Per le siciliane, entrambe in campo alle 15, due impegni delicati: il Catania sfiderà la capolista Perugia al "Renato Curi", mentre il Trapani è atteso dal secondo impegno casalingo consecutivo contro il Cittadella. Andiamo a fare il punto della situazione su rossazzurri e granata.

QUI CATANIA - In casa etnea si respira un clima da dentro o fuori. La partenza ad handicap di Rosina e compagni, fermi a quota 1 in classifica, ha scosso l'ambiente e messo in bilico la posizione di Maurizio Pellegrino: per lui la sfida contro i biancorossi potrebbe rivelarsi decisiva per proseguire la sua avventura alle pendici dell'Etna. In settimana la dirigenza del club di via Magenta avrebbe contattato l'indimenticato ex Pasquale Marino, artefice dell'ultima promozione dalla B alla A. Tutto, però, dipenderà dall'esito del confronto della sfida in programma questo pomeriggio alle 15.

Per quanto riguarda la formazione che affronterà il Perugia, Pellegrino dovrebbe apportare alcune modifiche rispetto all'undici uscito sconfitto da Vercelli, a cominciare dal rientro al centro dell'attacco di Emanuele Calaiò. A scendere in campo dovrebbero essere Frison in porta; Peruzzi, Spolli, Monzon e Gyomber sulla linea difensiva. Rinaudo, Calello e Castro in mezzo al campo, mentre in avanti dovrebbero essere Martinho e Rosina a sostenere l'ex centravanti di Siena e Napoli. Arbitrerà Mariani.

QUI TRAPANI - Clima disteso in casa granata dopo il successo in extremis contro il Vicenza. Gli uomini di Boscaglia puntano a fare bottino pieno anche contro il Cittadella, tra le sorprese di quest'inizio torneo. In settimana il tecnico gelese ha curato con attenzione i movimenti difensivi, tenendo conto anche della squalifica rimediata da Christian Terlizzi, out per cinque giornate. Dovrebbe essere il promettente Caldara a prenderne il posto, affiancato da capitan Pagliarulo.

Per il resto pochi dubbi di formazione, con la conferma dei restanti dieci partiti dall'inizio contro i biancorossi. L'unico ballottaggio potrebbe riguardare la spalla di Matteo Mancosu: a giocarsi una maglia Falco e Abate. Questa la probabile formazione di partenza: Marcone tra i pali, Lo Bue, Pagliarulo, Caldara e Rizzato a formare il pacchetto difensivo; Basso, Ciaramitaro, Scozzarella e Nadarevic sulla mediana, Falco e Mancosu in avanti. La sfida del "Provinciale" verrà diretta da Pezzuto.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php