Live Sicilia

serie b

Boscaglia avverte il Cittadella:
"Li rispetto ma vogliamo vincere"


Articolo letto 1.045 volte
boscaglia, serie b, trapani, trapani calcio, trapani-cittadella
Roberto Boscaglia

Diversi i temi trattati in conferenza dal tecnico granata: da Nadarevic a Mancosu, passando per il manto erboso sintetico e la nuova curva.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Non c’è Sgrigna, che l’ha già messa nel sacco due volte in due partite – in trasferta a Modena ed in casa con l’Avellino – ma per mister Boscaglia cambia poco. Il Cittadella è una squadra da prendere con le pinze: “Non ci sarà Sgrigna ma hanno tanti altri giocatori i importanti. Non è una questione di singoli. Ci sarà invece da valutare il loro atteggiamento di squadra. Hanno un allenatore che conosce tutto dell’ambiente e del campionato di serie B. E’ una squadra molto interessante che ha saputo mettere assieme giovani e meno giovani che sono lì per aiutare i primi a crescere”.

Ma dopo i complimenti alla squadra di mister Foscarini, arriva l’affondo del tecnico del Trapani: “Andiamo in campo per vincere. Difficilmente facciamo passare qualcuno al Provinciale. Grande rispetto per gli avversari ma faremo di tutto per portare a casa i tre punti”. Ed a proposito di Provinciale, ormai un vero e proprio tormentone dopo la sostituzione del manto erboso con quello sintetico – è un bene o un male per il Trapani? – Boscaglia ha deciso di tagliare corto e di chiudere definitivamente la polemica: “Il terreno di gioco deve assestarsi, ma è comunque un’arma in più per noi perché lo conosciamo. L’abbiamo visto nella partita con il Vicenza. Loro, nel secondo tempo, sono crollati, noi invece abbiamo continuato a giocare anche quando siamo rimasti in dieci”.

Il Cittadella gioca con il 4-4-2, che si trasforma anche in un 4-3-3. “Giocano bene sugli esterni”, ha aggiunto il tecnico granata che ha avuto modo di “studiare” gli avversari: “E’ una squadra che sta bene”. Boscaglia assicura che contro il Cittadella “non ci saranno grandi cambiamenti rispetto alla partita con il Vicenza”. Ma c’è Basso in forse, si è infatti fermato e sarà necessario valutare, fino all’ultimo, le sue condizioni. Boscaglia dovrà trovare il sostituto di Terlizzi dopo la squalifica. Il ballottaggio è tra Martinelli e Caldara. L’allenatore granata non scopre invece le carte su Nadarevic. La sua prestazione contro il Vicenza non è stata esaltante. Ma Boscaglia sottolinea che “Nadarevic è in netto miglioramento. Ha perso qualche giorno durante la preparazione e quando siamo ritornati qui. Per il gioco che fa ha bisogno della corsa”. Le novità potrebbero dunque arrivare sugli esterni. Se non dovesse giocare Basso potrebbe essere la volta di Lombardi. Il tecnico granata si limita a dire che “può essere utile perché ha molta forza fisica”.

C’è pure Falco che ha fatto bene in mezzo al campo a ridosso del terminale offensivo Mancosu, ma che è sempre un esterno che può giocare sia a destra che a sinistra. Mancosu a secco dopo due giornate di campionato non è un problema: “Mancosu, prima o poi, farà gol ne sono sicuro. Non c’è alcun problema. E’ un giocatore che non va fuori di testa se non segna perché lavora per la squadra. Non è importante chi segna, è importante che la squadra faccia risultato. Un’altra scelta a centrocampo e nella fase offensiva è Barillà, che è rientrato dopo un lieve infortunio.

Sarà un Trapani d’attacco e con un uomo in più, la curva. “I nostri tifosi – conclude Boscaglia – stanno facendo la loro parte e forse anche di più. La curva senza barriere è uno spettacolo. Voglio ringraziarli per tutto quello che fanno non soltanto durante la partita ma in tutta la settimana”. Probabile formazione del Trapani: Marcone, Lo Bue, Pagliarulo, Martinelli (Caldara), Rizzato, Falco (Lombardi), Ciaramitaro, Scozzarella, Barillà (Nadarevic), Aramu, Mancosu.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php