Live Sicilia

serie a - palermo

Calma piatta al "Barbera"
Solo cinquanta nuovi abbonati


Articolo letto 2.629 volte

Campagna abbonamenti a rilento dopo la riapertura. Risposta blanda da parte della tifoseria, che sui social network critica il mercato fatto dalla società, senza grandi colpi e con acquisti che avranno tutto da dimostrare sul campo.

VOTA
2.3/5
3 voti

PALERMO - Non è un bagno di folla per la riapertura della campagna abbonamenti del Palermo Calcio. Da ieri, stando ad alcune indiscrezioni, il club rosanero ha “abbracciato” circa cinquanta nuovi abbonati. In effetti il pari finale di Gastaldello e il colpo ad effetto di mercato mancato, hanno inciso sull’andamento di questa riapertura delle porte a chi magari era scettico nella prima fase della campagna. Tra i nuovi abbonati rosanero c’è Franco G. del quartiere Oreto: “Ho fatto l’abbonamento perché il Palermo contro la Sampdoria mi è piaciuto. Certo non è una squadra che farà sognare e che può ambire a posti europei, ma bisogna sempre sostenere la fede rosanero e allora tutti allo stadio”.

Keep Calm e Tutti al Barbera quindi. Tanta “calm” visto che il campionato è solo alla prima giornata e quindi non si possono emettere già giudizi definitivi, così la pensa Salvatore Cirincione, anche lui nuovo abbonato: “Noi palermitani siamo nemici della contentezza. Ci lamentiamo sempre, anche quando siamo in serie A ed eravamo in vantaggio sulla Samp. Certi tifosi, se così si possono ritenere, speravano addirittura nel pari dei blucerchiati per criticare. Stiamo raggiungendo uno stadio folle del nostro tifo. Cosi non si va da nessuna parte. Mi abbono perché non riesco a vedere le partite in tv, troppa sofferenza”. Ma gli umori sono decisamente diversi se si fa un viaggio sul web o meglio sui social.

È su Facebook che regna il pessimismo più acuto. Chi si sente già retrocesso, chi addirittura pensa alla fine stile Venezia, e poi ovviamente non possono mancare le consuete critiche al patron rosanero Zamparini: “Ogni anno sempre la stessa storia – il post di Simone La Rosa, tifoso della curva Nord – la solita presa in giro. Promette, discute e non compra mai un giocatore all’altezza. Non possiamo salvarci con Silva o il danese, ci volevano giocatori come Amauri o Matri”. E in effetti il nome di Alessandro Matri finì nei taccuini di Ceravolo, Iachini infatti lo aveva richiesto, come ricorda anche Giovanni Mancuso: “Da Matri a Ma…kienok. Appunto ma chi è? La società è convinta che il tifoso palermitano non si aggiorna e non capisce nulla di calcio. Siamo grandi intenditori noi palermitani – prosegue il tifoso – e un po’ tutti sappiamo che questo danese farà al massimo due gol”. Critiche a Zamparini anche per la gestione della società e del bilancio: “Non mi spiego una cosa – tuona Gaspare Mongiovì sempre su facebook – come si fa a pagare allenatori, direttori sportivi, direttori marketing, direttori generali, direttori di tutto, e poi fare l’elemosina per prendere mezzi giocatori. Perché per la parte aziendale i soldi non mancano e per la squadra invece si?”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php