Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Catania, attento al fattore Piola
Tutti i dubbi di Pellegrino


Articolo letto 2.728 volte

A Vercelli non ci sarà il tutto esaurito per la sfida contro i rossazzurri, ma la Pro non perde in casa da un anno: per il tecnico etneo, alle prese con la sostituzione di Calaiò nello scacchiere tattico, un dato da tenere in forte considerazione.

VOTA
5/5
1 voto

CATANIA - In quel di Vercelli non si può certo dire che stiano aspettando il Catania come se fosse la partita della vita. Nonostante la presenza assicurata di almeno 3000 spettatori di fede piemontese allo stadio Silvio Piola, il sold out è rinviato ad altra data. Nessun catino. Nessuna bolgia. Buon per i rossoazzurri che, però, dovranno stare attenti a quel dato statistico che qualcosa vorrà pur dire: la Pro Vercelli non perde, infatti, tra le mura amiche da oltre un anno. Altra categoria, altra stagione: vero. Tuttavia, si tratta di una variabile in più che spiega bene come il match di domenica pomeriggio non possa essere preso sottogamba.

Dopodomani, si gioca alle 18 in quello che sarà il primo posticipo della seconda giornata di Serie B. Mister Pellegrino è ancora alle prese con il dilemma su chi dovrà sostituire la sua punta di diamante: quell’Emanuele Calaiò, appiedato per un turno dal giudice sportivo dopo il mezzo parapiglia di fine partita contro la Virtus Lanciano. Ed in questo caso, il dubbio amletico non è tanto sugli uomini da scegliere quanto, invece, su quella che potrebbe essere la soluzione tattica migliore. Il modulo e la mentalità prima ancora che gli interpreti. Le alternative, sotto questo punto di vista, non mancano. In percentuale, Castro è il più accreditato a far da prima punta ma occhio anche al possibile inserimento di Barisic o Leto. Quella in corso è, comunque, una settimana davvero anomala. Non bastasse, infatti, l’assenza forzata di Calaiò, gli eteri si ritrovano a dover fare i conti anche con le contemporanee défaillance di Chrapeck e Gymober in campo con le rispettiva nazionali Under 21. Tra i pali tornerà, intanto, Frison.

La Pro Vercelli è formazione che agisce prevalentemente in difesa. Brava a chiudersi ed a fulminare gli avversari con ripartenze improvvise. Un film già visto al Massimino sabato scorso con il Lanciano che ha castigato i rossoazzurri (complici in concorso con sbavature difensive in serie) approfittando delle praterie a loro disposizione. Ieri Spolli lo ha detto a chiare lettere: “Saremo concentrati per portare a casa i tre punti”. Eccolo l’obiettivo di domenica. Una vittoria per cancellare qualsiasi spettro dopo il mezzo passo falso della prima ufficiale. Una vittoria per lanciare un messaggio chiaro ed inequivocabile al campionato: ovvero, che il Catania vuole essere in pole per la vittoria finale.


/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php