Live Sicilia

CALCIO - SERIE D

L'Akragas resta in Serie D
Arezzo ripescato in Lega Pro


Articolo letto 2.875 volte

Per la Commissione Criteri Infrastrutturali, lo stadio "Esseneto" non è a norma per ospitare le partite del campionato di Lega Pro. Non bastano dunque le rassicurazioni del patron Alessi sui lavori di adeguamento dell'impianto per essere ammessi tra i professionisti.

VOTA
1/5
1 voto

AGRIGENTO - Finisce, a questo punto definitivamente, la speranza di vedere l'Akragas tra i professionisti nella stagione 2014/2015. Dopo il ripescaggio in Serie B del Vicenza, sarà infatti l'Arezzo a prendere il posto dei biancorossi in Lega Pro. L'Akragas, che aveva presentato ufficialmente l'istanza di ammissione tra i professionisti, resta dunque in Serie D, nonostante il secondo posto nella lista dei ripescaggi. Ancora una volta fatale per la squadra agrigentina le problematiche legate allo stadio Esseneto. L'impianto di via Petrarca non soddisfa i requisiti richiesti dalla Federazione, dunque non è a norma per ospitare le partite del campionato di Lega Pro.

La S.S. Akragas-Città dei Templi s.r.l. - come si legge nel comunicato pubblicato dalla FIGC - non ha soddisfatto tutte le previsioni prescritte per l’ottenimento della Licenza Nazionale del Campionato di Divisione Unica-Lega Pro 2014/2015, in quanto, così come accertato dalla Lega Italiana Calcio Professionistico e dalla Commissione Criteri Infrastrutturali, per lo stadio Comunale “Esseneto” reso disponibile, non risultano rispettati il punto 7 “Impianto di illuminazione” ed il punto 14 “Capienza e requisiti dello Stadio”, essendo lo stesso privo dell’impianto di illuminazione e dell’impianto di videosorveglianza. La S.S. Akragas-Città dei Templi s.r.l. non ha inoltre ottemperato al deposito della licenza relativa all'impianto.

Dunque la società del patron Alessi dovrà disputare la stagione 2014/15 in Serie D. Non sono bastate le rassicurazioni date dal club stesso al momento dell'ufficializzazione del ricorso riguardo ai lavori di adeguamento dell'Esseneto, da realizzare anche grazie all'intervento del main sponsor Enel. Beffate, tra le altre, anche la Correggese, vincitrice della finale contro l'Akragas e prima nella lista dei ripescaggi. Il prossimo campionato di Lega Pro vedrà, seppure in ritardo, l'Arezzo ai nastri di partenza. La società aretina risultava soltanto sesta nell'elenco delle papabili al ripescaggio nei campionati professionistici.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php