Live Sicilia

BASKET - AMICHEVOLE

Trapani rimandato alla prima
Al "PalAuriga" vince Agrigento


Articolo letto 9.942 volte

Il test-match contro la Fortitudo evidenzia il ritardo di condizione della squadra allenata da Lino Lardo, che già preventivava una prova poco brillante dei suoi. Risposte positive invece per coach Ciani da parte dei suoi esterni.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Nel bene e nel male, una prova a cui non bisognerà attribuire troppa importanza: così aveva detto Lino Lardo alla presentazione del primo test match per la Pallacanestro Trapani, impegnata nel derby amichevole contro Agrigento, ma il risultato del PalAuriga non lascerà soddisfatti i molti tifosi accorsi al PalAuriga (circa 1500 sulle tribune dell'impianto trapanese) per la prima esibizione stagionale dei granata. Una sconfitta per 66-79 che, al momento, non può dire nulla sullo stato di forma delle due squadre, ancora troppo imballate per poter esprimere un reale giudizio sulla tenuta fisica. Idem per la squadra di coach Ciani, che almeno può tornare a casa soddisfatto per la prova dei suoi, sempre in controllo della partita in tutti e quattro i quarti, compreso un quinto "mini-quarto" che non ha ribaltato le sorti del test.

Coach Lardo opta per un quintetto misto, senza gettare nella mischia dal primo minuto tutti i titolari. Una scelta voluta per provare al meglio tutte le possibili soluzioni, ma che esalta anche la migliore condizione atletica di Agrigento. La squadra di Ciani entra subito in controllo della gara e si porta sulla doppia cifra di vantaggio ben prima della fine della prima frazione di gioco. Lardo prova a correre ai ripari, con l'ingresso in campo di Renzi e dell'americano T.J. Bray, ma quest'ultimo fatica a sbloccarsi e alla prima sirena Agrigento chiude sul +13. Un parziale che resta pressoché immutato nella seconda frazione, con Trapani che opera una serie di aggiustamenti in difesa, ma che continua a non trovare sbocchi a livello offensivo. Per la Moncada, Evangelisti entra in ritmo e trascina l'attacco dei suoi. Alla fine, per la guardia proveniente dalla PMS Torino, i punti a referto saranno 20, miglior marcatore della partita.

Nel terzo periodo Trapani abbozza una rimonta, portandosi sotto la doppia cifra di svantaggio. Coach Lardo predispone un attacco più dinamico e la mossa inizia a mostrare i suoi frutti e dopo soli tre minuti dall'inizio del terzo periodo, Trapani si porta sul -6. I granata, a questo punto, cercano di aumentare il ritmo del loro gioco, ma lasciano troppi spazi in difesa. Ad approfittarne, ancora una volta, sono Evangelisti e compagni, che ad una manciata di secondi dalla terza sirena si riportano sul +13. Stessa sorte nell'ultimo parziale, che vede uscir fuori con maggiore evidenza la brillantezza fisica di Agrigento. Gli ospiti chiudono il match sul 66-79, poi un mini tempo supplementare disputato al termine del match si chiude sull'8-7 per Trapani, senza influire dunque sul risultato definitivo.

TABELLINO

Pallacanestro Trapani-Fortitudo Agrigento 66-79 (14-27; 30-42; 48-64)

Trapani: Renzi 13, Meini 3, De Vincenzo 3, Baldassarre 13, Bossi 9, Urbani, Longo, Bray 9, Ferrero 6, Evans 10, Felice, Conti. All. Lardo

Agrigento: Vay 2, Evangelisti 20, Di Simone, Williams 12, Chiarastella 4, De Laurentiis 2, Saccaggi 6, Piazza 7, Udom 9, Portannese 2, Dudzinski 15. All. Ciani.

Arbitri: Nicolini di Bagheria (PA), Cappello di Porto Empedocle (AG), Giacalone di Erice (TP).

Spettatori: 1.500 circa


/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php