Live Sicilia

IL PERSONAGGIO

Gran fisico e piedi buoni
Ecco chi è Joao Silva


Articolo letto 4.312 volte

Il portoghese che ha fatto innamorare Bari arriva alla corte di Iachini: con i suoi centimetri e le sue qualità può fare reparto da solo.


PALERMO - In alcune movenze assomiglia tanto a Luca Toni. Paragone forzato? Chissà. Sarà il campo, come sempre, a dare le giuste sentenze. Il Palermo alla fine puntella l'attacco e prende Joao Silva dal Bari. Attaccante centrale, portoghese, alto e bravino con i piedi. Il suo punto forte però è il colpo di testa e con la casacca dei galletti di reti ne ha siglate otto. Non male, bisognerà capire se avrà la stessa tenacia anche in serie A, campionato ovviamente diverso rispetto a quello cadetto. Joao Silva è il profilo di giocatore che cercava il Palermo, ovvero un calciatore che accettasse la panchina, che avesse fame di calcio e di gloria, e che non costasse tanto.
Silva quindi è stata una seconda o forse terza scelta, ma alla fine comunque nel taccuino di Franco Ceravolo. Del resto, con Iachini che gioca con una sola punta, nessuno si aspettava il grande colpo. Classe '90, Joao Silva ha anche giocato con le maglie di Everton, Vittoria Setubal e Levski Sofia. Ha un buon fisico, può anche reggere il reparto da solo e sarà utile soprattutto quando l'attacco avrà bisogno di nuova linfa. Non è certamente il nome che infiammerà la platea e che garantirà la riapertura della campagna abbonamenti, ma nel calcio bisogna anche puntare sulle cosiddette "scommesse". Joao Silva ha anche dei precedenti con la Nazionale portoghese, avendo giocato 3 partite con la Selezione Under-20 esordendo contro la Bielorussia il 14 maggio 2010 e 15 partite con l'Under-21, segnando 3 gol. L'esordo con quest'ultima è avvenuto il 3 settembre 2010 nella partita contro l'Inghilterra valida per la qualificazione all'europeo di categoria. Il primo gol con la maglia dell'Under-21 lusitana arriva invece il 3 giugno 2011, in un'amichevole contro i parietà austriaci.
A Bari ha lasciato il segno e ha fatto breccia nel cuore del tifo biancorosso per la sua determinazione e attaccamento alla maglia. Ha già giocato al Barbera nel match che il suo Bari perse per 2-1, e Silva non gioco' affatto male, creando tanti spazi per i compagni. Il suo procuratore e' Davide Lippi, uno che ha già avuto più volte contatti con il club rosanero per altri calciatori. Nel Palermo di Iachini può giocare sia da prima punta che al fianco di Dybala. Sarà dura conquistarsi una maglia da titolare, ma adesso per lui dovrà parlare il campo.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php