Live Sicilia

CALCIO - PALERMO

Caso Dybala, c'è la stangata del Tas
Otto milioni da versare a Mascardi


Articolo letto 6.029 volte

Il Tribunale Arbitrale dello Sport dà ragione all'imprenditore argentino, che rivendicava diritti sul trasferimento dell'attaccante dall'Instituto de Cordoba ai rosanero.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il contenzioso tra Gustavo Mascardi, rappresentante di Paulo Dybala, e il Palermo rischia di concludersi nel peggiore dei modi per la società di viale del Fante. Per il trasferimento del giocatore argentino dall'Instituto de Cordoba, infatti, i rosanero non avrebbero corrisposto all'impresario sudamericano quanto dovuto, che si è rivolto al Tribunale Arbitrale dello Sport: stando a quanto riportato dalla "Gazzetta dello Sport", i giudici hanno dato ragione a Mascardi, sanzionando dunque il Palermo.

Il verdetto del Tas non è stato certo clemente per il Palermo, che dovrà versare otto milioni di euro al rappresentante della Pencilhill Limited. Già nell'ultimo bilancio, il Palermo faceva riferimento ad un contenzioso con l'agenzia dell'imprenditore argentino, ribadendo però la sua posizione di totale estraneità, dichiarando di non dover versare nulla al di fuori da quanto pattuito con l'Instituto de Cordoba, club di provenienza dell'attuale numero nove rosanero.

Si ripropone così la telenovela sul costo effettivo del trasferimento di Dybala al Palermo: a bilancio, il giocatore risulta essere stato pagato per 5,14 milioni di euro all'Instituto de Cordoba, inoltre sono stati versati 3,5 milioni alla Pluriel Limited, a titolo di "mediazione per il trasferimento". Il tutto per un totale di 8,64 milioni di euro, a cui andrà ad aggiungersi questa "stangata" del Tas. Un esborso che al Palermo, in piena fase di spending rewiev, non potrà certo fare piacere.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php