Live Sicilia

basket - serie b

Per il PalaMangano 120 mila euro
Confronto Nuova Aquila-Comune


Articolo letto 835 volte

Il club discute con Palazzo delle Aquile per l'affidamento condiviso dell'impianto, che presenta diverse criticità. Rappa: "Siamo fiduciosi".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Nuova Aquila e Comune di Palermo a colloquio per il futuro del PalaMangano. E’ una fitta fase di contatti quella che, sin da inizio agosto, si è aperta tra la dirigenza biancorossa e le maestranze cittadine sul tema dell’impiantistica sportiva della città. 120 mila euro più iva per l’affidamento condiviso dell’impianto di via Leonardo Da Vinci e il carico di tutte le spese di manutenzione di cui necessita il palazzetto: questa l’offerta avanzata dalla società presieduta da Salvo Rappa, e presentata sia nel primo incontro con il vicesindaco Emilio Arcuri, consumatosi prima di ferragosto, e ribadito ieri mattina alla dirigente del servizio sport ed impianti sportivi Fernanda Ferreri.

“Al PalaMangano, al momento, non è permesso giocare se non nelle ore diurne – dichiara il presidente Rappa -. L’Ups, ossia il gruppo di continuità, va del tutto ripristinato, così come il sistema di areazione e ventilazione, entrambi fattori essenziali per l’agibilità dell’impianto. Noi ci siamo resi disponibili ad affrontare questi e altri lavori”.

“Abbiamo anche intenzione di sostituire integralmente il parquet - prosegue il numero uno del club palermitano -, che sia di ultima generazione e di primo livello. Conforme, per intenderci, alle regole dell’Eurolega. Infine, provvederemmo anche all’istallazione di un nuovo tabellone elettronico, dal momento che la consolle di quello attuale non garantisce la tenuta per un intero campionato. Metteremmo tutto questo, tra l’altro, a disposizione di tutte le altre società sportive palermitane, per un impianto che sia degno di questa città”.

Le gare del campionato nazionale di B, categoria dove da quest’anno milita la Nuova Aquila Palermo, andrebbero giocate domenica alle ore 18, eventualità impossibile al momento per le gravi carenze della struttura. La richiesta della società biancorossa sarebbe quella di poter usufruire del PalaMangano per un totale di 18 ore settimanali, e di due domeniche al mese per permettere anche alle squadre del settore giovanile di giocare sullo stesso campo.

“Restiamo fiduciosi della buona conclusione del tavolo con l’amministrazione comunale – conclude Rappa -, proseguendo l’eccellente collaborazione della passata stagione e continuando così a perseguire l’obiettivo comune di vedere Palermo eletta capitale europea dello sport 2016”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php