Live Sicilia

calcio, palermo

Zamparini incorona Ujkani:
"E' il nostro avvenire"


Articolo letto 1.460 volte

Intervista del patron al Corriere dello Sport: "Sorrentino ha 35 anni, non può essere considerato il futuro. Abbiamo un altro portiere molto bravo che si chiama Ujkani". Morganella: "Posso far bene in serie A".


calcio, hernandez, palermo, sorrentino, ujkani, zamparini, Calcio, Sport, Palermo, Serie A
PALERMO - Il Palermo punta su Samir Ujkani e avvicina Stefano Sorrentino alla Juventus. Sembrava un affare molto difficile fino a qualche giorno fa, ma ci ha pensato il solito Maurizio Zamparini a scoprire le carte. Il patron rosanero, in un’intervista al 'Corriere dello Sport', promuove a pieni voti il suo "pupillo" Ujkani: "Sorrentino ha 35 anni, non può essere considerato il futuro – dice Zamparini -. Abbiamo un altro portiere molto bravo che si chiama Ujkani ed è il nostro avvenire. Forse Sorrentino si sta guardando in giro. Può anche darsi che, se rimane, faccia un pò la chioccia e il... secondo. Il nostro domani è Ujkani. Crediamo in lui e intendiamo farlo crescere". Parole importanti quelle di Zamparini, è come se avesse già deciso le gerarchie della porta. Poi il patron ribadisce: "Sorrentino è costato troppo in relazione all'età. Siamo felici che rimanga, è un grande portiere, se lo vogliono, debbono pagarlo. Però la nostra indicazione è che, a parità di valori, gioca il più giovane".

Zamparini punta sulle “sorprese” della serie B, ossia Vazquez: "Franco è stato bruciato da quei pseudo-tecnici che ho avuto prima di Iachini. Con Beppe ho parlato chiaro: non penso che Vazquez sia un elemento di poco conto se in Argentina, per salutarlo, hanno organizzato una festa per lui. Vazquez è rinato. Una bella soddisfazione. Dovete pensare che Lo Monaco e compagnia bella hanno distrutto uno come Rios. In quel maledetto gennaio c'è stata la catastrofe, per andare in B. Ero veramente stanco e ho sopravvalutato una persona che non meritava tanta fiducia. Un errore che non commetterò più". Il parere su Hernandez: "Abel in Uruguay è considerato una delle punte più forti sotto il profilo tecnico. Ha avuto un sacco di infortuni, speriamo che ne esca, è una questione di carattere. Se avesse quello di Belotti non ci sarebbero problemi. Bisogna che li faccia stare insieme ... E poi, Bentivegna, un ragazzo che Iachini stima, che conosco poco. Ne parlano come il nuovo Insigne. Speriamo che lo diventi davvero".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php