Live Sicilia

serie d

L'Akragas sogna il ripescaggio
Sottil e Baiocco solo in Lega Pro


Articolo letto 7.458 volte

Il club biancazzurro attende novità dal prossimo consiglio federale per scoprire se si sono liberati dei posti per la Lega Pro. In stand-by il tecnico Andrea Sottil e il centrocampista Davide Baiocco. Dopo l'addio dell'attaccante Saraniti anche Arena potrebbe fare le valigie.

VOTA
0/5
0 voti

akragas, alessi, arena, baiocco, lega pro, rigoli, ripescaggio, saraniti, serie d, SOTTIL, vullo, Agrigento, Agrigento, Sport, Lega Pro, Serie D
Silvio Alessi
PALERMO - Il sogno Lega Pro è lì vicino ma non è ancora possibile afferarlo. Per l'Akragas del presidente Silvio Alessi, che ha presentato domanda di ripescaggio per l'ex serie C, bisognerà attendere infatti ancora qualche giorno, probabilmente l'inizio della prossima settimana, per comprendere se il club agrigentino potrà festeggiare l'approdo nella terza serie calcistica nazionale. Le chance, al momento, di vedere i biancazzurri in Lega Pro sono però flebili in quanto dipendono direttamente dal destino di altre società che non riusciranno a iscriversi nei rispettivi campionati (vedi i recenti casi di Padova e Siena).

In pole per il posto lasciato libero dalla radiata Nocerina c'è infatti il Delta Porto Tolle, formazione che ha perso i play-out di Lega Pro, e la Correggese, squadra che ha battuto proprio l'Akragas nella finale degli spareggi nazionali di serie D. Subito dietro, in attesa di un passo falso di eventuali altri club che non avranno regolarizzato le proprie posizioni, ci sono gli agrigentini e l'Arzanese. La dirigenza biancazzurra nello specifico tiene d'occhio le posizioni di Reggina, Grosseto e Viareggio che potrebbero non riuscire a presentare le credenziali giuste per l'iscrizione. La Lega in ogni caso nel procedimento per i ripescaggi attuerà il metodo alternato, pescando a turno dalla Lega Pro e dalla serie D. Nel caso della rinuncia di un club di serie D l'Akragas verrebbe dunque inserita al secondo posto in un'ipotetica classifica mista.

Tutti scenari possibili che il presidente Alessi tiene in considerazione in vista della costruzione di quella che sarà la formazione dell'anno prossimo, a prescindere dalla categoria di cui l'Akragas farà parte. Nel frattempo però molti giocatori, protagonisti della cavalcata dello scorso anno, hanno iniziato a fare le valigie verso nuovi lidi. Fra questi Andrea Saraniti che ha accettato l'offerta della Viterbese e Nicola Arena, numero dieci voluto da Pino Rigoli ad Agrigento, che potrebbe decidere di cambiare casacca in caso di un mancato ripescaggio, su di lui c'è l'interesse del Trapani in B ma anche del Messina già promosso in Lega Pro. "Con il ds Laneri e la riconferma di Vullo, come responsabile dell'area tecnica, - ha dichiarato Alessi al sito ufficiale dell'Akragas - abbiamo collocato due importanti tasselli che riguardano il ruolo tecnico. Nel frattempo continuiamo ad operare sul fronte del potenziamento della squadra e i prossimi giorni saranno decisivi per definire un organico di assoluto valore tecnico. Posso garantire che la dirigenza sta facendo di tutto per allestire una squadra che deve continuare a regalare soddisfazioni".

In entrata, proprio per sostituire Saraniti, la dirigenza biancazzurra segue Giuseppe Gambino del Brindisi, già cercato nel mercato di gennaio, o in alternativa Filippo Tiscione del Licata. Nel caso di un ripescaggio in Lega Pro, che si attende dal consiglio federale dei prossimi giorni, in Sicilia sarebbero pronti a sbarcare gli ex Catania e Siracusa Andrea Sottil, in veste di allenatore della prima squadra, e Davide Baiocco, centrocampista 39enne di grandissima esperienza.

 

 

 

 

L’Akragas, dal suo canto, non ha mai smesso di sperare nel ripescaggio ed è in stato avanzato una trattativa per portare in biancazzurro il centrocampista 39enne ex Catania e Reggina in serie A,  Davide Baiocco.  Per la panchina della squadra il nome più caldo è quello di  Andrea Sottil.

 

Il presidente Silvio Alessi accelera i tempi per definire il nuovo assetto tecnico. Nella giornata di oggi ha trovato l'accordo con Antonello Laneri e Totò Vullo per attribuire loro l'incarico rispettivamente di direttore sportivo e di responsabile dell'area tecnica e del settore giovanile.

Trovate queste importanti intese, il neo direttore sportivo d'accordo con la società biancoazzurra, è pronto a chiudere i contatti con il nuovo allenatore e con almeno 4 giocatori. Nella giornata di giovedì prossimo, nel corso di una apposita conferenza stampa, saranno presentati ufficialmente Laneri, Vullo, il nuovo tecnico biancoazzurro e i calciatori già contattati. La Società, dunque, si sta muovendo con discrezione per continuare con successo ed ambizioni il progetto Akragas. "Stiamo facendo tutto con oculatezza non tralasciando nulla per continuare un progetto vincente" dichiara il presidente Alessi.

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php