Live Sicilia

serie d

Akragas, Lega Pro nel mirino
Sottil e Baiocco il sogno


Articolo letto 6.162 volte
akragas, alessi, laneri, rigoli, ripescaggio, roma, siracusa, SOTTIL, Agrigento, Agrigento, Sport
Davide Baiocco

Il presidente Alessi vola a Roma per porre le basi sul possibile ripescaggio del club agrigentino nella prossima Lega Pro a girone unico. Nel frattempo Antonello Laneri, vicino al ruolo di direttore sportivo, potrebbe portare in biancazzurro gli ex Catania e Siracusa Andrea Sottil e Davide Baiocco.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Il sogno rimane sempre lo stesso, quel ripescaggio in Lega Pro che infiammerebbe una piazza calorosa come quella di Agrigento. Ecco perchè nella dirigenza dell'Akragas, con in testa il presidente Silvio Alessi, si lavora febbrilmente in questi giorni per trasformare la speranza in concreta realtà. Il patron biancazzurro è volato in queste ultime ore a Roma, direzione sede della Lega Pro, per comprendere quante chance ha il club agrigentino di puntare ad un pass per il prossimo campionato di serie C.

A donare maggior forza ad Alessi, che in un primo momento rinunciò ufficialmente a presentare domanda di ripescaggio, sono stati gli ultimi positivi incontri con l'amministrazione comunale. Dopo le dimissioni dell'ormai ex sindaco Zambuto la società non credeva infatti possibile che il comune di Agrigento potesse dare una mano nei lavori d'ammodernamento dello stadio 'Esseneto' entro, l'ormai imminente, termine del 20 luglio. Le rassicurazioni giunte invece da piazza Pirandello hanno invece convinto il massimo dirigente a credere ad una felice conclusione del ripescaggio.

Nell'eventualità di una storica chiamata in Lega Pro l'Akragas non si farebbe trovare impreparato. La presenza in questi giorni nella città dei templi di Antonello Laneri, ex direttore sportivo del Siracusa e dato già come nuovo uomo mercato dei biancazzurri, la dice lunga sulle buone intenzioni del club. Da costruire c'è infatti una formazione che potrebbe andare a giocarsela al 'Granillo' contro la Reggina o Castellammare contro la Juve Stabia. Ecco perchè Laneri, che con il Siracusa ha disputato i play off per la serie B un paio di stagioni fa, potrebbe puntare su due elementi che conosce molto bene.

Innanzitutto si parte dalla panchina. Con l'addio di Pino Rigoli l'Akragas punterebbe forte sull'esperienza di Andrea Sottil, ex giocatore di Atalanta e Catania e allenatore proprio nel Siracusa di Laneri. Più basse al momento le quotazioni di Salvatore Vullo, che ad Agrigento ha svolto in passato l'incarico di responsabile dell'area tecnica, e che rappresenterebbe un ripiego se l'Akragas dovesse ripartire dalla serie D. In campo il nome nuovo è invece quello di Davide Baiocco, centrocampista classe '75, che in Sicilia ha vissuto esperienze esaltanti con Catania e Siracusa. Sia per Sottil che per Baiocco si tratta ovviamente di voci, che andranno confermate in caso di ripescaggio. Nel frattempo il popolo di fede biancazzurra sogna.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php