Live Sicilia

Il mercato rosanero

Palermo, è caccia al ds
C'è anche il nome di Braida


Articolo letto 2.010 volte
braida, ceravolo, cervaolo, cigarini, corvino, cossu, duncan, iachini, kurtic, mercato, palermo, perinetti, rispoli, Sport, Palermo
Ariedo Braida

Dopo il no di Nicola Salerno, la dirigenza rosanero cerca un uomo di mercato che affianchi Franco Ceravolo. Possibile l'arrivo dell'ex Milan Ariedo Braida. Intanto c'è tempo sino alle ore 19 di domani per la risoluzione delle comproprietà. Tutti i nodi da sciogliere.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Ultime ore decisive per sciogliere i nodi che riguardano le comproprietà. Per evitare il ricorso alle buste, c'è infatti tempo sino alle ore 19 di venerdì 20 giugno. Il club rosanero, al momento con il solo Franco Ceravolo nelle vesti di uomo mercato, cerca di sfoltire il più possibile la propria lista di giocatori a metà con altre formazioni. La notizia del giorno è quella del riscatto di Andrea Belotti, ufficializzato anche dall'Albinoleffe che ha ceduto la metà dell'attaccante alla società rosanero. "Ringrazio il Presidente e la Società per avere nuovamente puntato sulle mie capacità - dichiara l'attaccante a palermocalcio.it -. Il mio desiderio era quello di confrontarmi anche in Serie A con questa maglia, alla quale mi sono affezionato in brevissimo tempo. Abbiamo vissuto insieme una stagione esaltante che ha regalato a me ed al Palermo grandissime soddisfazioni. Farò di tutto per ricambiare la fiducia che il club sta riponendo nei miei confronti, non vedo l'ora di iniziare la nuova stagione e di affrontare nuove sfide con questi colori".

Le altre trattative. Per Eric Lanini ed Edoardo Goldaniga il Palermo ha invece rinnovato la compartecipazione dei cartellini con la Juventus, mentre per Francesco La Rocca, centrocampista in forza al Bologna, i rosanero rinnoveranno la comproprietà con gli emiliani. Niente da fare per Nicolas Viola, trequartista che in Sicilia non ha trovato molta fortuna e la cui metà verrà quasi certamente ceduta. Fra le trattative più spinose c'è sicuramente quella per Jasmin Kurtic il cui cartellino è a metà con il Sassuolo. In questo caso si andrà sicuramente alle buste con il Torino, formazione in cui lo sloveno ha militato negli ultimi mesi, che vuole trattenere il giocatore in Piemonte.

Ma a tener maggiormente banco in casa Palermo, al di là dell'ormai imminente scadenza delle comproprietà, è il nodo che riguarda la figura di vero e proprio direttore sportivo all'interno dei quadri dirigenziali di viale del Fante. Il no di Nicola Salerno ai rosa, con la conseguente scelta di seguire Massimo Cellino al Leeds, ha infatti aperto un vaso di Pandora con all'interno tutta una serie di alternative che il presidente Zamparini starebbe valutando in questo momento. In poche ore si è passati dal possibile ritorno di Giorgio Perinetti, in realtà ancora sotto contratto fino al 30 giugno, a quello dell'ex Rino Foschi, reduce dalla fresca promozione in serie A con il Cesena di Bisoli nello spareggio contro il Latina. Il patron rosanero ha però allontanato delle scelte di questo tipo precisando che all'ombra di Monte Pellegrino "arriveranno persone che nemmeno io conosco". E lì allora giù con tutta una serie di nomi: dall'ex Fiorentina e Lecce Pantaleo Corvino a Guido Angelozzi, già dirigente al Bari, fino ad Ariedo Braida.

Proprio l'ex braccio destro di Adriano Galliani al Milan, secondo la Gazzetta dello Sport, potrebbe rappresentare l'identikit adatto a ricoprire il ruolo di vicepresidente esecutivo con delega al mercato. Braida, con un passato anche in maglia rosanero negli anni '70, attualmente si trova alla Sampdoria che, con l'arrivo del neo presidente Ferrero, potrebbe cambiare qualcosa nel proprio assetto rispetto all'era Garrone. Ecco perchè nella riunione a tre prevista per sabato prossimo, in cui saranno presenti Zamparini, Iachini e Ceravolo, oltre a fissare il budget per il prossimo mercato si parlerà quasi sicuramente anche del possibile nuovo innesto nei quadri dirigenziali.

Capitolo rinforzi. Il Palermo monitora con attenzione le trattative fra Atalanta e Napoli per Luca Cigarini. Per il centrocampista, nelle ultime stagioni perno della formazione di Colantuono, torneranno a parlare oggi il club bergamasco e quello partenopeo. Si va verso il rinnovo della compartecipazione con i rosa, così come Torino e Sassuolo, che punteranno ad acquisire una metà del cartellino. Sulla fascia destra sembra invece fondato l'interesse per il classe '88 Andrea Rispoli. Il giocatore di Cava de Tirreni, autore di un'ottima stagione con la Ternana, è un pallino di Iachini che lo allenò ai tempi del Brescia. Non è escluso dunque che Ceravolo presenterà un'offerta ai ducali per portarlo al 'Barbera'. Svanisce definitivamente invece il sogno Paulinho. L'attaccante brasiliano del Livorno si è accasato per 10 milioni negli Emirati Arabi, giocherà nell' Al Jazira. Il primo colpo del nuovo Palermo targato serie A dovrebbe comunque essere quello del ghanese Duncan. Con l'Inter, proprietaria del cartellino, c'è già l'accordo di massima per 3 milioni manca solo l'ok del calciatore. Tutto fermo nel frattempo per Andrea Cossu dopo lo stop all'arrivo di Salerno in Sicilia.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php