Live Sicilia

Agrigento

Akragas, i sogni, lo stadio
Zambuto: "State tranquilli"


Articolo letto 3.532 volte
VOTA
0/5
0 voti

akragas, alessi, lavori, stadio, zambuto, Agrigento, Agrigento, Sport
Il sindaco Zambuto
AGRIGENTO- Botta e risposta nella giornata di ieri tra il sindaco di Agrigento Marco Zamubuto e il presidente della società calcistica dell’Akragas Silvio Alessi. A parlare per primo in mattinata era stato il presidente Alessi che, dopo i ringraziamenti di rito alla squadra e al tecnico Pino Rigoli che ha portato i biancazzurri alla finale dei play off, non ha risparmiato frecciatine al sindaco Zambuto reo - secondo lui - di disinteresse nei confronti della società che sta facendo grandi cose. “Il silenzio dell’amministrazione comunale – spiega Alessi – mi lascia attonito; a Fondi, in occasione della finale, mi aspettavo una presenza massiccia dell’amministrazione che invece non ha partecipato”. Il problema cruciale è il possibile ripescaggio della squadra agrigentina nella nuova serie C, questo potrà avvenire solamente con uno stadio che sia consono ai parametri imposti dalla Lega, ovvero l’impianto di illuminazione, la sala per i controlli antidoping e la tribuna stampa. Lo stadio Esseneto allo stato odierno è in pessime condizioni, alcuni ingressi presentano dei pericoli evidenti ed è già capitato che il crollo di alcuni pezzi abbia colpito e ferito alcuni tifosi.

La risposta del primo cittadino di Agrigento non si è fatta attendere: “Il presidente Alessi può stare tranquillo – afferma Zambuto in comunicato – questa amministrazione si è sempre impegnata in favore della società calcistica. Passi avanti sono già stati fatti per le carenze dello stadio”. Il tanto atteso incontro fra i due avverrà venerdì nella sede del Comune.

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php