Live Sicilia

parla il capitano barreto

"Dispiaciuto per Perinetti
Record a portata di mano"


Articolo letto 1.018 volte
barreto, capitano, conferenza, contratto, crotone, palermo, perinetti, presenze, record, serie a, zamparini, Palermo, Sport
Il capitano rosanero Edgar Barreto

Il centrocampista paraguaiano ha parlato dell'addio di Giorgio Perinetti ma anche del suo rinnovo contrattuale: "Qui a Palermo sto bene, presto discuterò con la società. Vorrei chiudere la carriera con questa maglia".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Concretezza e attaccamento a quella maglia numero 8 che ormai per il popolo rosanero rappresenta quella del leader, questo è Edgar Barreto. Il capitano dellla ciurma di Iachini, che si è laureata campione in serie B con cinque turni d'anticipo, parla nella sala stampa del 'Barbera' e prova a tirare un bilancio di queste sue prime tre stagioni alle falde del Monte Pellegrino. Il paraguaino parte dall'obiettivo più imminente, la possibilità di battere il record di punti venerdì contro il Crotone: "Il nostro desiderio è quello di chiudere in bellezza davanti i nostri tifosi, il record penso proprio sia alla nostra portata".

Poi l'attenzione si sposta ovviamente sulla notizia che ha scosso il popolo rosanero, l'addio del direttore dell'area tecnica Giorgio Perinetti: "La notizia era già nell'aria e noi ne eravamo al corrente ma dopo la cena di ieri con tutta la squadra, il presidente e il mister è uscita fuori. Sono ovviamente dispiaciuto per il lavoro svolto dal direttore quest'anno ma non voglio entrare nello specifico della vicenda. La società ha preso questa decisione e noi in quanto giocatori dobbiamo accettarla e pensare agli obiettivi del campo".

Il capitano poi parla della sua situazione contrattuale e del rinnovo non ancora siglato con il club di viale del Fante: "Al momento è tutto fermo, attendo di parlarne con il nuovo ds ma ovviamente io mi vedo ancora qui anche nelle prossima stagione. Cento presenza in rosa? Col Crotone potrei raggiungere questo importante traguardo in tre stagioni. Aldilà del rinnovo che dovremo discutere io e la mia famiglia stiamo bene a Palermo e mi piacerebbe concludere la carriera qui".

Infine un piccolo amarcord dei momenti ha che hanno rappresentato la svolta in questa stagione: "La promozione di quest'anno è di sicuro più bella rispetto a quella vissuta con l'Atalanta in quanto ero capitano e abbiamo stabilito dei record. Ad inizio stagione abbiamo sofferto ma la cavalcata finale ci ha ripagato di tutti gli sforzi. Adesso ci aspettiamo che venerdì lo stadio sia pieno per festeggiare quest'ultimo passo verso la serie A".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php