Live Sicilia

SERIE D, QUARTI PLAY OFF

L'Akragas continua a volare
Contro l'Arezzo basta Arena


Articolo letto 2.833 volte
akragas, arena, lega pro, rigoli, saraniti, serie d, Agrigento, Agrigento, Sport, Lega Pro
Lo stadio Esseneto

Allo stadio 'Esseneto' gli uomini di Pino Rigoli si guadagnano l'accesso alla semifinale play off per la prossima Lega Pro, dove troveranno il Pomigliano, battendo per 1-0 i toscani dell'Arezzo. A decidere è un gol dell'attaccante al 16'. Le immagini del match.


PALERMO - Un ulteriore passaggio nel lungo percorso che porta alla prossima Lega Pro. L'Akragas di Pino Rigoli continua a macinare risultati positivi e regalare soddisfazioni ai propri sostenitori fra le mura amiche dell'Esseneto e nei quarti di finale play off sconfigge anche i toscani dell'Arezzo. A decidere è una rete del suo bomber Arena al 16' del primo tempo. Adesso a separare i giganti dalla prossima Lega Pro a girone unico sono solo due gare. La prossima in programma è quella contro il Pomigliano, vincitrice della coppa Italia di Serie D.

La cronaca.Davanti a 5mila spettatori che riempiono gli spalti dell'Esseneto' l'avvio è timido per entrambe le compagini che si affacciano nelle rispettive aree solo intorno al 5'. La prima conclusione è del toscano Rascaroli, poco dopo replica Assenzio con il portiere ospite Scarparelli che non si fa trovare impreparato. Il primo sussulto biancazzurro arriva all'8' con Chiavaro: il centrocampista coglie il palo a Scarparelli battuto con la palla che danza sulla linea senza che nessun agrigentino riesca a deviare in porta. A spezzare l'incantesimo ci pensa il fantasista del gruppo di Rigoli, quell'Arena grande assente fino ad ora nelle fasi ad eliminazione diretta. Il numero 10 approfitta di un assist al bacio di Assenzio dentro l'area e deposita la sfera alle spalle di Scarparelli al 16' anticipando lo stesso portiere con un tocco da attaccante di razza. Tripudio fra il pubblico di casa anche se l'Arezzo non ci sta e prima con Rebecchini al 25' e poi al 36' con Bricca e Di Santo provano a raddrizzare il match. Dopo ben cinque minuti di recupero si va all'intervallo.

Ripresa. Rigoli getta nella mischia Paladino: fuori De Rossi. Al 59' splendida giocata di Arena che salta due difensori toscani e serve un pallone d'oro a Savanarola, l'attaccante spara però alto sopra la traversa. L'Arezzo spinge sull'accellleratore è pochi minuti dopo sugli sviluppi di un'azione di calcio d'angolo una mischia furibonda in area agrigentina rischia di trasformarsi in un pericolo per Valenti e compagni. Gli ultimi minuti del match sono un assedio da parte degli ospiti che però rimbalzano sul muro eretto dai padroni di casa. Il fischio dell'arbitro al 96' è una liberazione per i tifosi dell'Akragas che vola in semifinale.

IL TABELLINO

Reti: Arena al 16'.

AKRAGAS: Valenti, De Rossi (Paladino 46') , Aprile, Assenzio, Chiavaro (Astarita 42'), Parisi, Vindigni, Pellegrino, Savanarola, Arena (Giuffrida 87'), Saraniti. A disp: Zelletta, Caci, Leanza, Arena.D, Nassi, Vitale. All: Rigoli.

AREZZO: Scarparelli, Bellavigna, Mencarelli (Invernizzi 74'), Bricca (Cubillos 68'), Dierna, Zaccanti, Rascaroli, Crateri, Essousi, Rebecchini, Di Santo. A disp: David, Pecorarim Di Martino, Idromela, Tonetto, Carminucci, Dieme.

NOTE Ammoniti: Bellavigna (A) 21', De Rossi (Ak) 24', Vindigni (Ak) 43', Rebenicchi (A) 46', Bricca (A) 64', Zaccanti (A) 71'.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php