Live Sicilia

il terzino svizzero

Daprelà pensa al futuro:
"Voglio restare a Palermo"


Articolo letto 1.253 volte

Dopo un buon girone d'andata, l'ex Brescia è stato scavalcato nelle gerarchie di mister Iachini da Lazaar: "Non c'è alcun problema, la concorrenza fa bene al gruppo". Poi lancia un messaggio al club: "Voglio rimanere in Sicilia per recitare un ruolo da protagonista in serie A".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Ha disputato un buon girone d’andata, poi è arrivato Lazaar e ha dovuto cedere il posto all’italo-marocchino. Fabio Daprelà però non ha mai deluso, ha sempre giocato con grande cuore e non nutre nessuna rivalsa nei confronti del compagno che lo ha scalzato: “La concorrenza fa bene, non c'è alcun problema – ha detto Daprelà in sala stampa - le decisioni le prende il mister ma per me la concorrenza è un bene. Io e Lazaar siamo una coppia compatibile e alternativa. Lui è più un'ala con propensione offensiva, io sono più un terzino ma ho dimostrato di saper fare anche la fase offensiva“.

Daprelà ha già deciso, vuole restare a Palermo: “Voglio dimostrare che posso giocare pure in fase offensiva, provare a mettere dei cross per aiutare gli attaccanti e mettermi in mostra. Mi vedo ancora qui, l'obiettivo principale era far parte di questo gruppo per riportare il Palermo in Serie A. Ci sono riuscito, ora il mio obiettivo è quello di recitare un ruolo da protagonista in A”.

Mancano ancora due giornate e il Palermo può centrare il record di punti in serie B: “La voglia è tanta, vogliamo far bene in queste due partite. Proveremo a fare delle buone prestazioni, poi i risultati verranno. Non aver ancora vinto in casa dopo la promozione non è che pesi più di tanto, però è chiaro che vogliamo vincere. Se si perde in casa non è bello, ma adesso aspettiamo i festeggiamenti dopo la sfida col Crotone, poi ci divertiamo”. Daprelà parla della sua stagione: “Io la giudico benissimo, ho fatto buone prestazioni nel girone d'andata, siamo arrivati primi. Poi chiaro, con la concorrenza valuta il mister chi fare giocare, ma l'obiettivo era la Serie A e l'abbiamo raggiunta. Questo è l'importante. Chi mi ha stupito? Per me un po' tutti. Abbiamo superato delle fasi difficili, uscendone da squadra. Questo mi ha fatto piacere, ma non mi ha sorpreso". Palermo che prosegue la preparazione in attesa della sfida di domenica sera a Terni.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php