Live Sicilia

calcio, Palermo

Il dolce compleanno di Iachini
"Sabato si fa festa al Barbera"


Articolo letto 830 volte

Cinquanta candeline sulla torta per il tecnico del ritorno nel massimo campionato. "Siamo una macchina da guerra, ma ci sarà bisogno di qualche innesto in difesa e a centrocampo".


compleanno, iachini, palermo, serie a, Sport
Beppe Iachini
PALERMO - Un compleanno dal retrogusto dolcissimo per Beppe Iachini, che oggi compie 50 anni e certamente tra i regali più belli – già scartati – c’è la promozione del suo Palermo in serie A. Ma Iachini, il "normal one", è uno che lavora anche quando potrebbe rilassarsi un paio d’ore e allora oggi per lui sarà una giornata di allenamenti, ben due in programma, in vista della gara di sabato contro il Lanciano: "Il mio compleanno sarà fatto di lavoro - dice il tecnico al Corriere dello Sport - come gli altri giorni. Rilassarsi non esiste. Eravamo tredicesimi quando sono arrivato, abbiamo fatto un gran lavoro e bisogna completarlo. Ci sono altri obiettivi da centrare. Sono felice per il presidente. E per i tifosi, mi aspetto una bella festa sabato al Barbera".

Ma Iachini ha già in testa il prossimo campionato di serie A: "Il progetto va proseguito e ci sono tante cose da verificare. Il primo obiettivo sarà consolidare la categoria. Intanto, però, godiamoci questo traguardo conservando lo spirito che ci ha animati in questa esperienza travolgente ma non scontata. Bisogna continuare a crescere". Zamparini e Iachini hanno raggiunto un feeling eccezionale: "Il presidente è stato molto carino. Questa avventura è nata tra tante difficoltà ed è stata un'annata importante sotto tanti livelli. Con il presidente ci conoscevamo da tempo e mi sono sentito maggiormente coinvolto. Sono felice per aver ripagato la sua fiducia. Gli avevo fatto una promessa e l'ho mantenuta anche a livello umano - prosegue Iachini -. Per il contratto deciderà Zamparini il momento migliore per affrontare l'argomento e si farà come vuole lui. Si è tranquillizzato subito perché sapevo che saremmo cresciuti col tempo. Per fortuna tutti i tasselli sono andati al loro posto e la promozione è arrivata. Bisognava dare convinzione a un gruppo depresso dalla retrocessione e dall'avvio complicato di stagione. Lo sforzo è stato enorme, ma io e il mio staff ce l'abbiamo fatta".

Serviranno un po’ di acquisti per il prossimo campionato, Iachini ne è consapevole: "Siamo una macchina da guerra. Tuttavia di qualche innesto ci sarà bisogno per migliorare. Dipenderà dal mercato in uscita. In avanti stiamo bene se restiamo così. Dovremo adeguare centrocampo e difesa con 4 innesti di qualità. Rimango fiducioso, ma dobbiamo ancora parlare di queste cose". E infine sul possibile addio di Giorgio Perinetti: "Sono indiscrezioni che leggo dai giornali. Io posso dire che con il nostro direttore ho lavorato bene e ci siamo concentrati tutti su quello che c'era da fare. C'è un contratto in scadenza ed è giusto che le parti si parlino. Vediamo cosa succederà".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php