Live Sicilia

Il patron del Brescia

Corioni non si fida dei rosa:
"Restano i favoriti del torneo"


Articolo letto 495 volte

Il patron del Brescia Gino Corioni: "Il Palermo resta favorito, ha un ottimo organico e alla fine i valori verranno a galla. Anche se spero arrivi dopo il Brescia…Iachini lo conosco bene, è un ottimo allenatore. Zamparini ha fatto bene a puntare su di lui”.

VOTA
0/5
0 voti

brescia, brescia palermo, corioni, hernandez, iachini, munoz, palermo calcio, rigamonti, serie a, serie b, zamparini, Sport, Palermo
PALERMO - Tre allenatori cambiati in sole sette giornate: se non è record poco ci manca. Eppure questo primato non spetta al “mangiallenatori” per eccellenza, Maurizio Zamparini. La girandola dei tecnici è andata in scena a Brescia. Prima Giampaolo, andato via dopo le pressioni della piazza, poi una giornata Maifredi, e adesso Bergodi. Tre allenatori diversi. Chissà se Zamparini non si sia preso d'invidia... Intanto il patron del Brescia Gino Corioni, prossimo avversario del Palermo, commenta questi cambi: “E’ vero, abbiamo cambiato tanto. Non succede spesso, però è successo – dice il presidente delle Rondinelle a LiveSicilia - la vicenda Giampaolo non ci ha aiutati, speriamo adesso di trovare serenità e soprattutto punti”.

Prossimo impegno contro il Palermo al Rigamonti: “Gara difficile. Iachini è un allenatore che stimo molto, uno che ha esperienza e che vince i campionati. Zamparini ha fatto bene a prendere uno come lui, Iachini sa dove mettere le mani e difficilmente sbaglia campionato. Inizio in salita dei rosanero? Si poteva immaginare, la B è questa. Poi per una squadra che retrocede dopo tanti anni in A come il Palermo, è ancora più dura. Sono certo che il Palermo comunque resta favorito, ha un ottimo organico e alla fine i valori verranno a galla. Anche se spero arrivi dopo il Brescia…”. Zamparini e Corioni sono due tipi vulcanici, per tanti aspetti molto simili: “Siamo due grandi appassionati di calcio, due che dicono le cose schiettamente. Abbiamo esperienza e sarebbe bello affrontarci in massima serie e non in serie B”. Ma a Brescia tornerà da avversario Beppe Iachini, il tecnico rosanero conserva ottimi ricordi dell’ambiente: “Una città e un ambiente con cui sento di avere un rapporto davvero speciale. Conservo ricordi indimenticabili – ha detto Iachini - Anche io ebbi difficoltà all'inizio della mia esperienza. Non iniziammo con il botto, per i risultati ci volle un po' di tempo. Ma a Brescia si può lavorare bene. E quando lavori bene, tutto l'ambiente te lo riconosce”. Palermo che prosegue intanto la preparazione in vista di questo match. Recuperati Munoz ed Hernandez, entrambi saranno arruolabili.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php