Live Sicilia

Il presidente Zamparini

"Con Gattuso ho sbagliato
Iachini è l'uomo giusto"


Articolo letto 473 volte

Il patron rosanero: "Con Rino ho sbagliato solo io. Era una scommessa che ero convinto di vincere, ma è andata male. Andremo sicuramente in serie A. Iachini ha tanta esperienza di B, sa leggere le partite e sa ottenere il massimo dal gruppo che ha a disposizione".


brescia, gattuso, iachini, palermo calcio, serie b, zamparini, Sport, Palermo
PALERMO - Torna a parlare e lo fa dopo la prima vittoria del nuovo Palermo di Iachini. Maurizio Zamparini sorride, è quasi soddisfatto, anche se chiede ancora passi avanti al suo nuovo allenatore. Prima, però, usa parole al miele per Rino Gattuso: “Con Rino ho perso solo io. Era una scommessa - riporta Tuttosport - ero convinto di vincerla insieme a lui, invece è andata male. Ho esonerato tanti allenatori, ma mai come questa volta ho sofferto nel farlo. Rino è una grande persona, gli ho mandato un messaggio per consolarlo, presto lo incontrerò per ribadirgli la mia stima".

E’ vero, Zamparini voleva già cambiare molto prima, indiscrezioni quindi confermate: “Ho sbagliato io, Gattuso mi aveva conquistato con la sua grinta e le sue idee, purtroppo i risultati ci hanno puniti. Già dopo la seconda giornata avevo deciso di cambiare, poi non me la sono sentita proprio perché avevo a che fare con Rino". Maurizio Zamparini – che circa dieci giorni fa disse di non voler più parlare con la stampa della carta stampata – prosegue nella sua intervista a Tuttosport e poi aggiunge: “Dopo le prime due partite di Coppa Italia, la squadra ha avuto un'involuzione assurda, non giocavamo a calcio, non c'erano idee. Lì ho capito che avevo sbagliato. A Palermo si deve vincere il campionato, non c'è tempo per crescere e fare esperimenti. Nelle difficoltà a Gattuso è mancata l'esperienza, ma diventerà un ottimo allenatore. Un tutor? Gli ho detto di sceglierselo lui, un vecchio marpione, uno alla Mazzone per intenderci”.

Poi si parla anche di Beppe Iachini, nuovo condottiero rosanero: “Beppe è un vecchio amico, l'avevo messo in preallarme, ma sapeva che avrei provato a sostenere Gattuso fino a quando potevo. A differenza di Rino, Iachini ha tanta esperienza di B, sa leggere le partite e sa ottenere il massimo dal gruppo che ha a disposizione. È chiaro che anche lui dovrà lavorare tanto perché la strada che porta in A, dove andremo di sicuro, è piena di ostacoli. Il nostro organico è nettamente superiore a tutti gli altri, Iachini deve solo fare giocare questo Palermo come una squadra, ma sono sicuro che fra quattro-cinque domeniche la sua mano già si vedrà". Per il Palermo oggi allenamento pomeridiano, sabato alle 15 rosanero al Rigamonti contro il Brescia.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php