Live Sicilia

La sfida con la Juve Stabia

Iachini torna al Barbera:
"Servono cuore e attributi"


Articolo letto 334 volte

"Dopo diversi anni tornare da amico è bello. Qui ho vissuto una bella pagina da calciatore e da sportivo, l'affetto è reciproco, resterà e c'è sempre stato. Con la grinta e l'impegno potremo far tornare i tifosi vicini alla squadra".


Barbera, gattuso, iachini, juve stabia, palermo calcio, serie b, zamparini, Sport, Palermo
PALERMO - Sarà sicuramente emozionante e al contempo stimolante tornare al Barbera. E’ cambiato tutto e niente per lui, da quando era giocatore ad ora che è allenatore. Forse una beffa, perché Beppe Iachini si è ripreso il Palermo, ma lo ha fatto in serie B e non in massima serie. Il neo tecnico rosanero, oggi in sala stampa alla vigilia della gara contro la Juve Stabia, smentisce qualsiasi contatto con Zamparini in concomitanza con la partita di Bari: “In questi giorni sicuramente in giro s'è detto tanto, alcune precisazioni sono doverose per rispetto della verità - dice Iachini -sono una persona seria e professionale. Nel giorno della partita a Bari, si è detto che io ero con Zamparini. Mai notizia fu più errata, ero con la mia famiglia. Stimo Gattuso, è un mio collega, lungi da me fare una cosa del genere. Ho anche sentito che avrei portato un mio direttore sportivo, ma chiariamoci: io faccio l'allenatore, non mi piace invadere il lavoro di nessuno. Non ho problemi con i miei collaboratori, c'è una società dietro con ruoli ben stabiliti".

Il cuore batte forte alla vigilia: “E' ovvio che dopo diversi anni tornare da amico è bello. Qui ho vissuto una bella pagina da calciatore e da sportivo, l'affetto è reciproco, resterà e c'è sempre stato. Alcuni attimi particolari ci saranno all'ingresso in campo, siamo uomini e certe sensazioni ci sono, ma ci caleremo subito nella partita per capire velocemente su cosa lavorare”. Pochi giorni di lavoro per definire tante cose: “C'è tanto da fare, le squadre vanno in campo organizzate. Io voglio verificare e mandare in campo una squadra preparata. Dobbiamo valutare i recuperi fisici, siamo in contatto diretto con lo staff medico per capire come procedono recuperi e stanchezza”. Ancora su Zamparini: “E’ sempre entusiasta e vuole sempre vincere per regalare ai tifosi soddisfazioni. Si parla di centro sportivo e stadio nuovo, questi input sono importanti in prospettiva".

La ricetta di Iachini: "In due giorni non si può capire tutto. L'errore capita in un momento in cui non si è partiti bene. E' chiaro che con prestazioni al di sotto della media qualcuno possa essere più nell'occhio del ciclone. Troppo bello giocare vincendo sempre, servono cuore e attributi per ribaltare certe situazioni. Così potremo far tornare i tifosi vicini alla squadra. Gli errori si fanno sia in A che in B, l'importante è avere la forza mentale per migliorare e correggere l'errore".  Contro la Juve Stabia occorre vincere, Hernandez partirà titolare: “Lo conosciamo, sappiamo qual è la sua forza, l'ha già dimostrato in serie A. Viene da un infortunio importante e sta recuperando. Contiamo molto su di lui perché può diventare un giocatore di ottimo livello. Dovrà dimostrare di poter diventare un campione, lui si è messo subito a disposizione in questi due giorni”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php