Live Sicilia

Serie B

Palermo a Bari per vincere
Gattuso si gioca il posto


Articolo letto 496 volte

I rosa in campo al San Nicola per riscattare la sconfitta con lo Spezia e salvare la panchina di Gattuso che scotta sempre di più. Perinetti: "Ogni partita è una prova importante per me, la squadra, l'allenatore. Per tutti".


bari, gattuso zamparini, palermo calcio, parinetti, serie b, Sport, Palermo
PALERMO - L’ultima volta che il Palermo giocò a Bari fu il 19 dicembre del 2010. Una partita di serie A, terminò 1-1. Era un altro calcio, un altro Palermo: nella formazione titolare c’erano Pastore, Nocerino, Ilicic, Sirigu, Balzaretti e così via. Era un Palermo stellare. A distanza di tre anni è cambiato tutto. I rosanero tornano al San Nicola con tanti dubbi e poche certezze. I punti interrogativi annebbiano per adesso le idee di tutti, ma non di Rino Gattuso. Il tecnico calabrese – ormai sulla graticola – sa bene che questa sera non può sbagliare. Ma attenzione, non perché ha fatto male, ma perché il grande capo si chiama Maurizio Zamparini, uno che non perdona. E allora questa sera, se vorrà continuare la sua avventura sulla panca rosanero Ringhio dovrà necessariamente portare a casa un risultato positivo.

Il Palermo ha bisogno di vincere, su questo non ci sono dubbi. Lo ripete anche il grande ex della gara, Giorgio Perinetti: “Noi dobbiamo provare a vincere ogni domenica per andare in serie A e dare prova di essere squadra. Ogni partita è una prova importante per me, la squadra, l'allenatore. Per tutti. Quindi già da stasera cercheremo di tornare al successo”. Gattuso ha già in mente la formazione da opporre ai galletti. Ha chiesto ai suoi meno distrazioni, molta più grinta, più carattere, più rabbia. Insomma, ha chiesto di avere gli “occhi della tigre”. Chissà se il Palermo li avrà, fatto sta che in questo ha pienamente ragione l’ex Milan, se non corri e lotti, in B difficilmente potrai fare strada. E allora ognuno dovrà fare qualcosa in più, a partire da Stefano Sorrentino che fino adesso è stato poche volte decisivo. Vuoi per sfortuna o per altre circostanze, ma il portiere rosanero non ha ancora impressionato. Dovrà evitare le solite amnesie sulla fascia destra Michel Morganella. Sulla sinistra Daprelà dovrà essere più incisivo in fase offensiva, la coppia Terzi-Munoz dovrà essere più reattiva. A centrocampo Barreto e Bolzoni dovranno provare ad essere più intraprendenti nel costruire l’azione. Stevanovic, anche se ha qualche problema, dovrà evitare preziosismi ed essere più concreto. Dybala dovrà cercare insistentemente la via del gol, così come Di Gennaro che dovrà anche avere qualche idea in più sulla trequarti. Lores Varela – se impiegato dal primo minuto – dovrà far capire di essersi meritato la fiducia di Gattuso. E infine Hernandez, lui dovrà semplicemente fare gol. Attenzione al Bari, squadra di giovani che corre tanto. In avanti Galano, Beltrame e Fedato sono buoni giocatori. L’allenatore è Roberto Alberti. Fischio d’inizio alle 20,30, arbitrerà Borriello di Mantova.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php