Live Sicilia

Il Catania visto dai tifosi:
"A Livorno cuore e sacrificio"


Articolo letto 1.005 volte

Ci si prepara alla sfida in terra toscana: ed i supporters rossoazzurri hanno le idee ben chiare su cosa occorra per fare risultato.

VOTA
5/5
1 voto

calcio catania, livorno catania, serie a, tifosi rossoazzurri, Sport
CATANIA. Ore di grande attesa per i tifosi rossazzurri. Siamo solo alla terza giornata di campionato ma per i catanesi, la sfida con l'out-sider Livorno, ha tutto il sapore di una finalissima. Quei zero punti in classifica, nonostante le prime due giornate in cui il Calcio Catania ha sfidato due delle sicure protagoniste della Serie A, cominciano a pesare. Dal Muro dei tifosi arriva la carica dei supporter contro una rivale storica: “Oggi il Livorno è la squadra da battere. E' una neopromossa, il nostro livello tecnico è altamente superiore. Vincere contro questa compagine confermerebbe la nostra (oramai naturale) presenza in serie A. Questa partita – non ci sono dubbi da parte dei fan rossazzurri - la può steccare solo una squadra che in serie A non ha ancora i piedi incementati nel campionato. Bisogna vincere, queste sono le partite da vincere”.

Ci si affida tutti dunque alle capacità del tecnico Maran e ovviamente dei giocatori: “Tutti vorrebbero vincere!!!! A tutti i costi e con ogni mezzo. Ma la voglia e il desiderio non bastano. Ci vuole cuore, forza, intelligenza, superiorità, fatica. Si fatica di quella fatica che da tanto tempo già molti dei nostri dovevano avere. Non basta - dunque- avere la fotomodella come moglie o la Ferrari per essere veri uomini che giocano al calcio, ci vuole astuzia, capacità, sacrifici”. Parole d'ordine che ricordano una chiamata alle armi. E per alcuni la sfida di oggi lo è realmente: “La Brigata Paolo Alvarez è pronta per il combattimento e la VITTORIA SARA' NOSTRA. Concentriamoci per la Positività e la gloria”. Alfio, appunto per non sbagliare, posta sul muro il video dello storico discorso di Al Pacino nello spogliatoio di 'Ogni maledetta domenica': “Siamo all'inferno, ragazzi!”. Chi vuole intendere intenda.

Non sfugge agli etnei anche il peso del dibattito politico in corso. Questa domenica non c'è solo il Livorno in campo, ma anche il disegno di accorpamento dei comuni minori per fondare la Città metropolitana catanese. Sono in tanti a bocciarla su tutta la linea. Ma non mancano lo stesso le voci bianche: “La riforma dovrebbe interessare anche i consigli di quartiere a mio avviso. Ripeto: sono troppo alti i costi di mantenimento delle amministrazioni e mi sembra giusto trovare la soluzione adeguata. Cca na facemu pavannu tassi ogni cinque minuti e non si può andare avanti così!”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php