Live Sicilia

serie b, 4^ GIORNATA

Cesena 'matato' al Barbera
Lafferty-Abel, e il Palermo va


Articolo letto 635 volte

Quarta giornata del campionato cadetto. I rosanero di Gattuso vanno sotto, poi il pareggio di Lafferty su punizione ed il calcio di rigore della 'Joya' che decide la gara.


PALERMO - Vittoria sofferta, sudata, che vale tanto. Il Palermo torna alla vittoria in casa che mancava in campionato dal 28 aprile scorso, un'eternita'. Rosa che battono 2-1 il Cesena e conquistano - anche se temporaneamente - la vetta della classifica. Un successo complicato, costruito sulla foga, sulla rabbia, sulla voglia di tornare subito in massima serie.

Sarà dura, perché gare come quella di questa sera confermano che questo e' un torneo davvero ricco di insidie e di ostacoli, ma se i rosanero avranno in corpo questa determinazione, allora tutto potrebbe diventare più facile. Il Palermo ha giocato a fasi alterne, insomma non ha brillato in qualità, ma se non è una squadra spettacolare, e' soprattuto colpa degli avversari che alzano delle vere e proprie barricate e giocano in ripartenza. Anche oggi e' stato così, ma i rosa hanno avuto la forza di non abbattersi dopo lo svantaggio, hanno giocato palla a terra, sguardo in su' e ribaltone con i gol di Lafferty ed Hernandez. E poco importa davvero se questa squadra non sciorina un calcio champagne, questa squadra ha incarnato lo spirito del suo allenatore, uno che bada al sodo, e la cosa importante e' che questa sera i tre punti vanno al Palermo. Bisognerà ancora migliorare qualcosa, ma ci sarà tempo e se poi si vince tutto diventa più semplice.

La cronaca. Gattuso conferma in parte la formazione che ha espugnato Padova, eccezion fatta per qualche elemento. In avanti Hernandez con Dybala, Daprela' non ce la fa, al suo posto Pisano. Nel Cesena c'è l'ex Succi assieme a Defrel. I rosa provano subito a partire con l'acceleratore pigiato ma il Cesena e' attento. Al 10' cross di Pisano, Hernandez non ci arriva per poco. Subito dopo bella azione del Palermo, Dybala conclude da buona posizione ma Campagnolo respinge. Barreto gioca tra le linee e imposta il gioco, il Cesena riparte e siaffida a Succi. Sempre Palermo al 30', Dybala ci prova dalla distanza, palla a lato. I rosa fanno tantissimo possesso palla ma manca l'idea che possa azionare le punte. La gara e' bruttina, pochi spunti, calcio maschio con poca qualità. Brivido per il Palermo quando il ghanese Alhassan da ottima posizione spara a lato.

Ripresa, nessun cambio da parte dei due allenatori. Al 52' gol del Cesena, erroraccio in difesa di Morganella e De Feudis punisce Sorrentino con un preciso diagonale. Gattuso toglie Di Gennaro, dentro Lafferty. Al 60' proprio il nordirlandese si inventa una punizione alla Baggio e palla in rete per l'1-1. Esultano gli undici mila del Barbera. Il Palermo e' carico e la ribalta subito, fallo di mano di Volta e calcio di rigore. Dal dischetto Hernandez non sbaglia, 2-1. Ottima reazione dopo il gol cesenate. Palermo che soffre soprattuto su palle inattive. Dentro Lores al posto di uno spento Dybala. Finisce con l'abbraccio rosanero, vinta una partita importante.

TABELLINO

PALERMO-CESENA 2-1


PALERMO 1 Sorrentino; 17 Morganella, 6 Munoz, 19 Terzi, 3 Pisano (61' Daprelà); 15 Bolzoni, 8 Barreto (cap.), 14 Stevanovic; 10 Di Gennaro (Lafferty al 53'); 9 Dybala (Lores 85'), 11 Hernandez. A disp: 22 Ujkani, 2 Struna, 4 Andelkovic, 7 Sanseverino, 21 Bacinovic, 27 Ngoyi. All: Gennaro Gattuso.

CESENA 22 Campagnolo; 14 Volta, 37 Capelli, 15 Krajnc; 27 Consolini (D'Alessandro 74'), 8 De Feudis (Cascione 53'), 5 Alhassan (Granoche 70'), 10 Coppola, 33 Renzetti; 17 Defrel, 19 Succi (cap.). A disp: 36 Coser, 4 Nadarevic, 6 Camporese, 9 Rodriguez, 16 Garritano, 30 Arrigoni. All: Pierpaolo Bisoli.

ARBITRO: Angelo Cervellera (Taranto).

NOTE Ammoniti Alhassan (C) 55', Bolzoni (P) 64', Capelli (C) 90'.


MARCATORI De Feudis 53', Lafferty 60', Hernandez 68'.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php